MGM-31 Pershing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MGM-31 A
Pershing
Pershing II.jpg
Un missile Pershing
Descrizione
Tipo missile nucleare tattico
Sistema di guida Sistema di navigazione inerziale
Costruttore Martin Marietta Corporation
Impostazione 19581960
In servizio 1962
Ritiro dal servizio 1984
Utilizzatore principale USA,
Germania Ovest
Peso e dimensioni
Peso 4,655 kg
Lunghezza 10.5 m
Larghezza 1.4 m
Diametro 1.02 m
Prestazioni
Vettori Piattaforma M474
Gittata 740 km
Velocità massima Mach 8
Motore razzo a propellente solido
Esplosivo Testata nucleare W-50, fino a 400 kT.

[senza fonte]

voci di missili presenti su Wikipedia

Il missile Martin Marietta MGM-31A Pershing è un missile balistico a medio raggio concepito nel 1958 per l'esercito americano, trasportabile da vari aerei da trasporto. Il suo compito principale era quello di consegnare una testata W50 da 60 o 400kT a distanze tra i 150 e gli 800 km.

Possedeva una gittata iniziale di 740 km e caratteristiche simili a quelle dell'SS-12 Scaleboard, ma era meno mobile. Il missile, in virtù di un accordo della NATO del 1979, fu sostituito nel 1985 con 108 esemplari dal Pershing II con 1480 km di gittata che risultava molto preciso in quanto dotato del sistema di guida radar terminale TERCOM per la fase finale di volo con un CEP ridotto a circa 45 metri per colmare il gap col rivale sovietico SS-20 Saber. Il Pershing II non ebbe ulteriore sviluppo perché il Trattato INF lo cancellò dopo il suo dispiegamento in Germania. Originariamente era montato su uno scafo cingolato M-474, ma a partire dal Pershing 1A si decise di utilizzare un mezzo su ruote. Il missile base era a due stadi, a propellente solido, ed era armato di una testata nucleare da 400kT.

Il missile prese il nome dal generale statunitense John Pershing.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]