Luigi Marchione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luigi Silvio Marchione (Pescosolido, 11 gennaio 1957) è uno scenografo italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Lavora nel campo del cinema, della televisione e del teatro. Per i film Il mestiere delle armi e Cantando dietro i paraventi, entrambi per la regia di Ermanno Olmi, ha ricevuto il Nastro d'argento alla migliore scenografia, il David di Donatello per il miglior scenografo e il Capitello d'oro al Sannio Film Festival. Ha lavorato con alcuni registi cinematografici stranieri (il Britannico Charles Sturridge, lo Scozzese John Mackenzie, gli Statunitensi Paul Schrader e Herbert Ross). Per il cinema italiano ha lavorato su tutto con i registi Marcello Cesena e Paolo Costella, negli anni 1995-2002. All'inizio della sua carriera ha realizzato delle scene dello scenografo Gianni Quaranta nei film Peggio di così si muore (1995), Cortesie per gli ospiti (1990), Una vita scellerata (1990), e Dancers (1987).

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]