Cime tempestose (miniserie televisiva 2004)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cime tempestose
PaeseItalia
Anno2004
Formatominiserie TV
Generedrammatico, in costume
Puntate2
Durata200 minuti
Lingua originaleitaliano
Crediti
RegiaFabrizio Costa
Interpreti e personaggi
ScenografiaLuigi Marchione
ProduttoreGuido Lombardo
Casa di produzioneTitanus, Rai Fiction
Prima visione
Dal4 ottobre 2004
Al5 ottobre 2004
Rete televisivaRai 1

Cime tempestose è una miniserie televisiva italiana in due puntate andate in onda su Rai 1 nel 2004 per la regia di Fabrizio Costa. Produzione dalla Titanus, è ispirata al capolavoro scritto da Emily Brontë nel 1847 Cime tempestose e racconta, al pari del libro, il tormentato amore tra il giovane trovatello di origini zingare Heathcliff e la borghese Catherine.

Prodotta da Guido Lombardo, la fiction è stata girata tra la Cecoslovacchia e la Cornovaglia durante reali ed intense tempeste di neve. Ci sono volute circa dieci settimane per portarla a termine e alla sua realizzazione ha contribuito una troupe di 150 persone e numerosi figuranti, con l'impiego di carrozze e mezzi d'epoca.

I ruoli principali sono stati ricoperti da Alessio Boni (Heathcliff), Anita Caprioli (Catherine) e Franco Castellano (Ivory).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La fiction comincia con un viandante che, persosi durante una tempesta di neve, chiede ospitalità in una casa isolata. Qui l'uomo, spaventato dalle stranezze del giovane padrone di casa e terrorizzato dalla vista dello spirito di una donna che vuole entrare da una finestra, si fa raccontare la storia del misterioso spettro da una vecchia cameriera.

La donna comincia a narrare la vicenda di un piccolo zingaro che, senza un nome e senza un soldo, salva il padre di Catherine (lo spirito femminile), in viaggio per affari, dall'assalto di alcuni briganti. L'uomo sarà così riconoscente al piccolo che lo porterà a casa sua, lo tratterà con amore e gli darà il nome del figlio morto anni prima: Heathcliff.

Il tempo passa e tra Heathcliff e Catherine, figlia naturale dell'uomo che l'ha cresciuto, nasce un amore totalizzante ed intenso, che sarà terribilmente contrastato dal fratello maggiore di Catherine, Hindley, avido ed invidioso, che ha sempre odiato Heathcliff. Le convenzioni sociali dell'Ottocento, inoltre, impedivano un matrimonio tra uno zingaro e una ragazza "di buona famiglia".

Ad impedire la consacrazione dell'amore tra i giovani interverrà anche un destino avverso ed una serie di avvenimenti che culmineranno con la morte di Catherine e che impediranno ai due innamorati di stare insieme.

Dopo la morte della giovane donna Heathcliff impazzisce e si rifugia nella sua vecchia e spettrale casa, assieme a qualche inserviente, non riuscendo a rassegnarsi. Sente e vede il fantasma di Catherine, che vuole stare con lui, apparire ad ogni tempesta di neve.

La storia si conclude con la morte di Heathcliff e l'unione delle due anime, del giovane e di Catherine, che finalmente serene ed unite, si allontanano lentamente sotto gli occhi increduli del viandante.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione