Lockdown all'italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lockdown all'italiana
Paese di produzioneItalia
Anno2020
Durata94 min
Rapporto16:9
Generecommedia
RegiaEnrico Vanzina
SceneggiaturaEnrico Vanzina, Paola Minaccioni
ProduttoreAdriano De Micheli, Enrico Vanzina
Casa di produzioneDean Film, New International, Medusa Film
Distribuzione in italianoMedusa Distrubuzione
FotografiaClaudio Zamarion
MusicheUmberto Smaila, Silvio Amato
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Lockdown all'italiana è un film del 2020 scritto e diretto da Enrico Vanzina.

Il film rappresenta l'esordio alla regia di Vanzina in seguito alla morte del fratello Carlo, col quale aveva stretto un sodalizio artistico (il primo da sceneggiatore, il secondo da regista e co-sceneggiatore) conclusosi col precedente Caccia al tesoro.

È il primo film italiano di finzione girato dopo la fine del lockdown imposto per contrastare la diffusione del COVID-19 ad uscire al cinema.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mariella scopre che il marito Giovanni, ricco avvocato, l'ha tradita con una ragazza della periferia di Roma, Tamara, molto più giovane ed attraente. Allo stesso tempo anche Walter, il compagno di Tamara, scopre che la sua ragazza l'ha tradito; di conseguenza, le due coppie decidono di separarsi. Proprio mentre Giovanni e Tamara stanno per andarsene dalle rispettive abitazioni, viene emanato il decreto con le nuove misure anti-contagio per tenere sotto controllo l'epidemia di COVID-19 del 2020 in Italia, tra le quali la quarantena forzata. Le due coppie, quindi, dovranno imparare a convivere e a sopportarsi, tra tradimenti e bugie.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo poster del film è stato pubblicato il 19 settembre 2020.[2] Il teaser trailer del film è uscito il successivo 28 settembre sul canale YouTube di Medusa.[3] Il film è uscito nelle sale italiane il 15 ottobre 2020, distribuito da Medusa.[3]

Polemiche[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla pubblicazione del poster e del trailer del film, sul web sono esplose numerose polemiche relative alla legittimità o meno di trattare un argomento così serio come il lockdown in forma di commedia, peraltro con la pandemia di COVID-19 ancora in corso.[4] Il regista Vanzina si è subito difeso definendo "codardi" i detrattori del film e dicendo di sentirsi fiero di far parte della lunga tradizione della commedia all'italiana, che "ha sempre raccontato personaggi umani che mantengono debolezze e miserie", e ha inoltre garantito che si tratta di un film "buffo e spiritoso su tante situazioni paradossali da lockdown", ma anche "malinconico" e rispettoso nei confronti delle tante vittime del virus.[5] Ezio Greggio è stato più duro, definendo "imbecilli" coloro che hanno criticato sul web il film.[6]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

In undici giorni di programmazione, il film è riuscito a incassare € 366,373 non riesce però ad innalzare la quota di presenze nelle sale.[7]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto in maniera generalmente negativa dalla critica italiana.

Sul Corriere della sera, Paolo Mereghetti afferma che la narrazione del film "sembra procedere col pilota automatico" e dimostra insoddisfazione per la prova degli attori, affermando che "Ricky Memphis ripropone il suo collaudato personaggio di popolano remissivo e conciliante mentre Greggio si comporta come se fosse in una puntata di Striscia la notizia".[1]

Su MYmovies.it, Paola Casella parla di "assenza di ritmo", regia convenzionale e "gag fuori tempo", e dice che la cifra del film è "più malinconica che graffiante", concludendo che si tratta di un'occasione sostanzialmente sprecata.[8]

Gabriele Niola accusa invece il film di "poca cura dei dettagli e della precisione", riconoscendogli tuttavia la capacità di giudicare con una certa asprezza la maniera in cui l'Italia è uscita dal lockdown.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Paolo Mereghetti, «Lockdown all’italiana» di Vanzina: una commedia ripetitiva con troppi luoghi comuni, su corriere.it, 13 ottobre 2020. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  2. ^ Fabio Fusco, Lockdown all’italiana: la data d'uscita e il poster del nuovo film di Vanzina, su movieplayer.it, 17 settembre 2020. URL consultato il 13 ottobre 2020.
  3. ^ a b Davide Mirabello, Lockdown all’italiana: ecco il trailer del film con Ezio Greggio, su leganerd.com, 28 settembre 2020. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  4. ^ Lockdown all’italiana: polemiche sul film e rabbia della vedova Vanzina, su dilei.it, 23 settembre 2020. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  5. ^ Davide Cantire, “Lockdown all’italiana”. Enrico Vanzina e le polemiche sul film: “Critiche codarde”, su sentireascoltare.com, 22 settembre 2020. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  6. ^ Arianna Finos, Ezio Greggio, tra cinema e Mediaset: "Le critiche su 'Lockdown all'italiana' sono state fatte da 4 imbecilli", su repubblica.it, 13 ottobre 2020. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  7. ^ Come sono andati gli incassi di Lockdown all'italiana, su nextquotidiano.it, 19 ottobre 2020. URL consultato il 19 ottobre 2020.
  8. ^ Paola Casella, Lockdown all'italiana - Film (2020), su mymovies.it. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  9. ^ Gabriele Niola, Lockdown all'italiana, un film scontato a partire dal titolo, su wired.it, 13 ottobre 2020. URL consultato il 14 ottobre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema