Legio limitanea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Legio limitanea
Decima Gemina shield pattern.svg
Motivo distintivo degli scudi della legio X Gemina, legio limitanea come riportato dalla Notitia dignitatum
Descrizione generale
AttivaCostantino I (?) - V secolo
Tipolegione romana
accampamentilimes romano
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La legio limitanea era una legione romana del tardo Impero romano. Si trattava di unità legionarie di limitanei e/o di riparienses facente parte di quelle unità poste a difesa "lungo le frontiere".

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: limitanei e riforma costantiniana dell'esercito romano.

La vastità dell'Impero romano costrinse Costantino I dopo il 324, al termine della guerra civile a dover creare un esercito mobile, che fosse sia alle dirette dipendenze dell'Imperatore (praesentalis), sia posto sotto il comando dei propri figli (Crispo, Costante, Costanzo e Costantino).[1]

La necessità di prelevare lungo le frontiere una serie di vexillationes dalle legioni romane poste lungo i confini imperiali, determinò:

  • una riduzione degli effettivi delle "antiche" legioni alto imperiali, ora denominate limitaneae, da 5.000 armati fino ad unità di soli 800/1.200,[2] pur continuando a costituire il nerbo dell'esercito romano, formate da fanteria pesante;
  • il "non ritorno" presso la base di tutte quelle legioni, prestate agli eserciti mobili comitatensi (che fossero praesentialis o meno).

Lista all'epoca della Notitia dignitatum[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Notitia dignitatum.

Qui di seguito sono elencate le 45 legiones limitaneae al tempo della Notitia dignitatum, di cui 33 erano posizionate nella parte orientale e 12 nella parte occidentale.

N. unità legionaria
limitanea
comando militare
(epoca della Notitia dignitatum)
Menzionata nella
Notitia dignitatum?
annotazioni
1
SI
2
SI
3
SI
formata dopo il 364 da Valentiniano I
4
SI
5
SI
6
SI
formata dopo il 364 da Valentiniano I
7
SI
8
SI
9
SI
10
SI
11
SI
12
SI
13
SI
14
SI
15
SI
16
SI
17
SI
18
SI
19
SI
20
SI
21
SI
22
SI
23
SI
24
SI
25
SI
26
SI
27
SI
28
SI
29
SI
30
SI
31
SI
32
SI
33
SI
T O T A L E
P A R T E
O R I E N T A L E
3 3
N. unità legionaria
limitanea
comando militare
(epoca della Notitia dignitatum)
Menzionata nella
Notitia dignitatum?
altra data in cui
viene menzionata
34
SI
35
SI
36
SI
37
SI
38
SI
39
SI
40
SI
41
SI
42
SI
43
SI
44
SI
45
SI
T O T A L E
P A R T E
O C C I D E N T A L E
1 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Cascarino, Carlo Sansilvestri, L'esercito romano, Armamento e organizzazione, vol. III, pp. 51-53.
  2. ^ Zosimo, Storia nuova, V, 45.1.
  3. ^ a b c d e f Not.Dign., in partibus Orientibus, XXXI.
  4. ^ a b c d Not.Dign., in partibus Orientibus, XXVIII.
  5. ^ a b Not.Dign., in partibus Orientibus, XXIX.
  6. ^ a b c Not.Dign., in partibus Orientibus, XXXVIII.
  7. ^ a b Not.Dign., in partibus Orientibus, XXXII.
  8. ^ a b Not.Dign., in partibus Orientibus, XXXIII.
  9. ^ Not.Dign., in partibus Orientibus, XXXIV.
  10. ^ Not.Dign., in partibus Orientibus, XXXV.
  11. ^ a b Not.Dign., in partibus Orientibus, XXXVI.
  12. ^ a b Not.Dign., in partibus Orientibus, XXXVII.
  13. ^ a b Not.Dign., in partibus Orientibus, XL.
  14. ^ a b Not.Dign., in partibus Orientibus, XXXIX.
  15. ^ a b Not.Dign., in partibus Orientibus, XLI.
  16. ^ a b Not.Dign., in partibus Orientibus, XLII.
  17. ^ Not.Dign., in partibus Occidentis, XXXV.
  18. ^ Not.Dign., in partibus Occidentis, XL.
  19. ^ Not.Dign., in partibus Occidentis, XXVIII.
  20. ^ a b c d Not.Dign., in partibus Occidentis, XXXIV.
  21. ^ a b Not.Dign., in partibus Occidentis, XXXII.
  22. ^ a b Not.Dign., in partibus Occidentis, XXXIII.
  23. ^ Not.Dign., Occ., XLII.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Notitia dignitatum.
  • R.S.O. Tomlin, "L'esercito del tardo impero", Il mondo di Roma imperiale. La formazione, Editori Laterza, 1989, p. 128.
Esercito romano Portale Esercito romano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Esercito romano