La vergine di Tripoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La vergine di Tripoli
Titolo originaleSlave Girl
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1947
Durata80 min
Genereavventura, comico, commedia, sentimentale
RegiaCharles Lamont
SceneggiaturaMichael Fessier, Ernest Pagano
Distribuzione in italianoUniversal International
FotografiaW. Howard Greene, George Robinson
MontaggioMilton Carruth
MusicheMilton Rosen
ScenografiaAbraham Grossman
CostumiYvonne Wood
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La vergine di Tripoli (Slave Girl) è un film del 1947 diretto da Charles Lamont.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film era originariamente chiamato La fiamma di Tripoli e fu annunciato nell'aprile del 1946 con Yvonne De Carlo e George Brent in allegato, e fu scritto e prodotto dal team di Michael Fessiner ed Ernest Pagano, che aveva fatto lavorato con la De Carlo nel film Fiamma dell'Ovest.

Il budget totale del film è stato di $ 1,6 milioni. Le riprese del film iniziarono il 18 luglio 1946. Dona Drake doveva apparire nel film ma si ammalò e fu sostituita da Lois Collier.

Parti del film sono state girate nel Paria Canyon e nel Coral Pink Sand Dunes State Park nello Utah.

Finite le riprese i dirigenti della Universal giudicarono il film malfatto da predisporre l'aggiunta perciò di un attore e narratore, in questo caso in sembianze di cammello, e di altre gag atte per trasformarlo in un film comico al livello di Hellzapoppin' che non prescindesse però dal genere avventura.

Al nuovo personaggio la voce fu prestata, nell'edizione originale, da un attore comico. Nell'edizione italiana, la stessa voce fu affidata invece al non meno famoso artista e attore comico Totò, che partecipò al suo unico doppiaggio di un film straniero effettuato durante la sua carriera.

Botteghino[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato un successo al botteghino, guadagnando oltre $ 2 milioni negli Stati Uniti.

Su di esso il Los Angeles Times ha detto semplicemente che "Il film offre risate".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La vergine di Tripoli, ciakhollywood.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema