La famiglia Moskat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La famiglia Moskat
Titolo originale Die Familje Moshkat
Altri titoli The Family Moskat
Autore Isaac Bashevis Singer
1ª ed. originale 1950
1ª ed. italiana 1967
Genere romanzo
Lingua originale yiddish

La famiglia Moskat (titolo originale Die Familje Moshkat) è un romanzo di Isaac Bashevis Singer. L'opera è piuttosto articolata, sia per l'estensione temporale che per il numero di personaggi coinvolti e si configura come un affresco della realtà ebraica della Polonia nell'arco di circa mezzo secolo, spaziando dalla fine del XIX secolo allo scoppio della seconda guerra mondiale. È stato scritto in lingua yiddish, tradotto in inglese da Abraham e Nancy Gross (con lo pseudonimo di A.H. Gross) con la collaborazione dell'autore e pubblicato per la prima volta da Alfred A. Knopf nel 1950 con il titolo The Family Moskat (è stato il primo libro pubblicato dall'autore in inglese).

Il romanzo ha vinto il Premio Bancarella del 1968.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La trama si concentra sulle vicissitudini e sul progressivo declino di una ricca famiglia di commercianti ebrei di Varsavia, i Moskat, guidati dall'anziano patriarca Meshulam Moskat, l'unico ancora capace di una gestione attiva degli affari. I suoi figli e figlie sono infatti degli incapaci e degli scialacquatori, solamente in attesa della sua morte per spartirsi la sua leggendaria eredità. Al contempo l'uomo di fiducia di Meshulam, Koppel Berman, l'unico al di fuori del vecchio a sapere l'andamento effettivo degli affari, cerca di approfittare della sfiducia di Meshulam nei confronti dei suoi familiari per costruirsi una posizione economica sicura, attraverso manovre disoneste di vario genere ai danni di costoro. Sullo sfondo di questa situazione apparentemente destinata a durare per molti anni a venire fa il suo ingresso il giovane Asa Heshel Bannet, proveniente da un povero villaggio della Galizia, dal quale è stato allontanato dalla famiglia. Il ragazzo è estremamente interessato alla filosofia e alle scienze, e si propone di entrare nell'università di Varsavia. Tuttavia, la mancanza di una solida preparazione e ancor più di denaro confinano quest'intenzione nell'astrattezza. In maniera casuale il giovane incontra Abram Shapiro, genero di Meshulam, spendaccione e donnaiolo, che lo prende in benvolere e lo accoglie nella famiglia, ritenendolo un potenziale genio.

Edizioni italiane[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura