La La La (Naughty Boy)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La La La
ArtistaNaughty Boy
FeaturingSam Smith
Tipo albumSingolo
Pubblicazione17 maggio 2013
Durata3:43 (single version)
4:05 (video edit)
GenereUK garage
Pop
ProduttoreNaughty Boy, Komi, Mojam
Registrazioneaprile 2013
Certificazioni
Dischi d'oroGermania Germania[1]
(vendite: 150 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[2]
(vendite: 7 500+)
Dischi di platinoAustralia Australia[3]
(vendite: 70 000+)
Danimarca Danimarca (2)[4]
(vendite: 60 000+)
Italia Italia (2)[5]
(vendite: 60 000+)

La La La è un singolo pubblicato dal produttore inglese Naughty Boy, insieme al cantante inglese Sam Smith. È uscito il 17 maggio 2013. Il brano ha raggiunto la vetta della classifica nel Regno Unito[6] e in Italia[7].

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il videoclip di La La La è ispirato ad una leggenda della Bolivia secondo la quale un bambino sordo abusato dal padre aveva il potere di sentire il dolore nelle persone e di fermarlo. Così un giorno scappa e dopo aver incontrato un cane randagio per strada, decide di andare a scoprire l'origine di tutti i mali.

Durante il suo viaggio incontra un vecchio che è considerato lo scemo del villaggio, ricoperto di polvere bianca e sabbia a causa dei bambini che usavano lanciargli contro delle pietre. Ritenuto scemo, tutti gli ballano e cantano attorno (nel video è rappresentato da delle donne) ma il bambino riesce a fargli ritrovare il vero se stesso regalandogli un cuore (la scena nel video mostra infatti che il bimbo gli compra un cuore).

In seguito il vecchio, il bambino e il cane incontrano un uomo che a causa di una maledizione si ritrova con una proboscide al posto del naso che per scherzo è continuamente travolto dalle auto delle persone benestanti della città.

Insieme tutti continuano il viaggio attraverso il deserto di sale (Salar de Uyuni) dove scoprono che tutti i mali hanno origine da una statua nascosta in una grotta. La scultura rappresenta un grande personaggio del folclore locale: el Supay, il diavolo, che i minatori chiamano affettuosamente Tio, cioè zio. Poiché l'ambiente dove lavorano ha qualche somiglianza con l'inferno, i «mineros» di Potosí sono convinti che il demonio in persona sia il vero, unico proprietario dei minerali che estraggono e per tenerselo buono gli offrono continuamente sacrifici di lama, così da compiacerlo.

Giunti nei pressi della grotta, il cane avendo paura resta fuori, mentre il vecchio e l'uomo accompagnano dentro il bambino. Nonostante ciò, entrambi non resistono lì e vanno via salutando il bambino che invece vuole restare.

Il video ha ottenuto la certificazione Vevo.

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2013) Posizione
Italia[8] 22

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Certificazione Germania, su musikindustrie.de. URL consultato il 9 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2013).
  2. ^ (EN) Certificazione Nuova Zelanda, su nztop40.co.nz. URL consultato il 9 settembre 2013.
  3. ^ (EN) Certificazione Australia, su ariacharts.com.au. URL consultato il 9 settembre 2013.
  4. ^ (DA) Certificazione Danimarca, su ifpi.dk. URL consultato il 20 settembre 2013.
  5. ^ Certificazione Italia, settimana 28, su fimi.it. URL consultato il 28 luglio 2013.
  6. ^ 2013-06-01 Top 40 Official Singles Chart UK Archive | Official Charts
  7. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche Archiviato il 9 agosto 2013 in Internet Archive.
  8. ^ Classifiche annuali 2013: un anno di musica italiana, su fimi.it. URL consultato il 7 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 7 gennaio 2014).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica