Juliet Rylance

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Juliet Rylance alla 74ª edizione dei Peabody Award, nel 2015

Juliet Rylance, nata Juliet van Kampen (Londra, 26 luglio 1979), è un'attrice e produttrice teatrale britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lasciato la Royal Academy of Dramatic Art, il primo ruolo di rilievo per Rylance è stato quello di Medea nello spettacolo Bash: Latter-Day Plays di Neil LaBute, all'Union Theatre di Londra. In seguito ha interpretato Perdita in Il racconto d'inverno e Cressida in Troilo e Cressida, al Globe Theatre. Ha rivestito i panni della scrittrice Mary Sidney nello spettacolo I Am Shakespeare, scritto dal suo patrigno Mark Rylance e diretto da Matthew Warchus al Chichester Festival Theatre e in un tour britannico. Nello stesso anno, insieme a David Sturzaker e alla regista Tamara Harvey, ha fondato la casa di produzione Theater of Memory. Successivamente ha recitato negli spettacoli Romeo e Giulietta e Bash: Latter-Day Plays, prodotti dalla stessa Theater of Memory, interpretando rispettivamente Giulietta e Medea.[1][2]

Nel 2009 ha interpretato Desdemona nella rappresentazione di Otello a New York. Tale ruolo le è valso una candidatura a un Lucille Lortel Award.[3] In seguito ha partecipato al Bridge Project di Sam Mendes, una collaborazione tra la Brooklyn Academy of Music di Brooklyn e l'Old Vic di Londra: nelle rappresentazioni teatrali di Come vi piace e La tempesta ha ricoperto rispettivamente il ruolo di Rosalinda e Miranda, insieme al marito Christian Camargo che l'ha affiancata nel ruolo di Orlando e Ariel.[1] Nel 2010 Rylance ha vinto un Obie Award per la sua interpretazione come Rosalinda.[4]

Nel 2012 Rylance ha recitato nel film horror Sinister di Scott Derrickson. Nel 2014 ha recitato e prodotto il film Days and Nights, scritto e diretto da suo marito.[5] Nello stesso anno è entrata a far parte del cast principale della serie televisiva The Knick di Cinemax.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 Rylance ha sposato l'attore Christian Camargo presso il New York City Hall. I due si erano conosciuti più di dieci anni prima, quando Camargo aveva collaborato con il patrigno di lei al Globe Theatre.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Matthew Gurewitsch, A Threesome: Husband, Wife, Shakespeare, New York Times, 5 gennaio 2010.
  2. ^ (EN) Charles Spencer, Chilling Glimpses of Nastiness, Telegraph.co.uk, 12 gennaio 2007.
  3. ^ (EN) Lucille Lortel Awards, Lucille Lortel Foundation, Off-Broadway database, Lucille Lortel Awards 2009, Lortel.org. URL consultato il 26 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2011).
  4. ^ (EN) 2009-2010 Off-Broaway Season Winners, The Village Voice, 18 maggio 2010.
  5. ^ (EN) Jeff Sneider, Juliet Rylance, Variety, 10 aprile 2012. URL consultato il 7 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN304932802 · ISNI (EN0000 0004 1648 007X · BNF (FRcb16702066m (data)