Jon Finch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jon Finch (Caterham, 2 marzo 1941Swindon, 28 dicembre 2012) è stato un attore cinematografico e teatrale britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un promotore finanziario, iniziò a recitare in gruppi amatoriali di teatro e, dopo aver provato anche la carriera musicale con un gruppo folk, all'età di 18 anni partì per il servizio militare, in un reggimento di paracadutismo. Qualche anno dopo tornò a recitare, e interpretò svariati ruoli in circa 50-60 opere teatrali, svolgendo all'occorrenza anche il ruolo di assistente.

Negli anni sessanta divenne un volto abbastanza noto della televisione, per poi dedicarsi anche a qualche ruolo cinematografico. Nella prima metà degli settanta conobbe il suo momento più felice sul grande schermo, prima partecipando a due horror prodotti dalla Hammer Film Productions, Vampiri amanti (1970) e Gli orrori di Frankenstein (1970), poi interpretando il ruolo di protagonista nella riduzione del Macbeth diretta nel 1971 da Roman Polanski.

Sempre nel 1971, Finch ebbe una parte nel drammatico Domenica maledetta domenica, interpretato anche da Glenda Jackson e Peter Finch, mentre l'anno successivo interpretò il ruolo di Richard Blaney, l'ex aviatore della RAF ingiustamente sospettato di omicidio nel film Frenzy (1972) di Alfred Hitchcock. Ebbe inoltre il ruolo dell'uomo politico William Lamb, II visconte Melbourne, nel film Peccato d'amore, biografia della nobildonna e scrittrice Caroline Lamb (impersonata da Sarah Miles).

Nella seconda metà del decennio Finch apparve ancora, tra gli altri, nel giallo Assassinio sul Nilo (1978) ma iniziò a diradare le proprie apparizioni cinematografiche. La sua carriera, durante gli anni ottanta, attraversò una fase discendente, durante la quale interpretò per lo più ruoli in film horror.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN10038288 · LCCN: (ENn86041230 · ISNI: (EN0000 0001 2120 4342 · GND: (DE129422606 · BNF: (FRcb139411385 (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie