Jerzy Radziwiłł (1556-1600)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jerzy Radziwiłł
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinal Jerzy Radziwiłł.PNG
POL COA Radziwiłł.svg
Stemma polacca di cardinale Jerzy Radziwiłł sotto la denominazione Trąby (versione principesca – tedesca della famiglia dei Radziwiłłowie)
Nato 31 maggio 1556, Łukiszki vicino a Vilnius
Creato cardinale 12 dicembre 1583 da papa Gregorio XIII
Deceduto 21 gennaio 1600, Roma

Jerzy Radziwiłł, in bielorusso Юры Радзівіл, in lituano Jurgis Radvila (Łukiszki, 31 maggio 1556Roma, 21 gennaio 1600), è stato un cardinale polacco-lituano, un principe del Sacro Romano Impero, duca di Siewierz, politico polacco e grande fautore della Controriforma cattolica.

Membro della famiglia Radziwiłł, appartenente alla szlachta polacca, era figlio di Mikołaj Czarny Radziwiłł e di Elżbieta Szydłowiecka.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Educato nella fede calvinista, Radziwiłł studiò all'Università di Lipsia. Nel 1572 si convertì al cattolicesimo e iniziò a stringere rapporti con la Compagnia di Gesù[1]. Studiò nei collegi gesuita di Poznań, Vilnius e Roma. Sebbene venisse ordinato sacerdote ed elevato al cardinalato solo nel 1583, Radziwiłł iniziò il suo incarico quale vescovo di Vilnius già nel 1579[1]. Fondò il seminario di Vilnius e si adoperò per far ottenere lo status di università al collegio gesuita della città. Nel 1591 divenne vescovo di Cracovia.

Radziwiłł prese anche parte alla vita politica: amministrò il Ducato di Livonia dal 1582 al 1585, partecipò all'elezione del re Sigismondo III Vasa e ne divenne un fidato consigliere, appoggiò il terzo Statuto della Lituania (1588) e l'Unione di Brest (1596)[1].

Giunto a Roma in occasione del giubileo del 1600, cadde inaspettatamente ammalato e morì il 21 gennaio all'età di 43 anni: il giorno prima del decesso era stato visitato da papa Clemente VIII. Venne sepolto nella Chiesa del Gesù[1].

Conclavi[modifica | modifica wikitesto]

Durante il suo periodo di cardinalato, Jerzy Radziwiłł partecipò ai conclavi:[2]

Non prese parte invece ai conclavi del 1585, che elesse papa Sisto V, del settembre 1590, che elesse papa Urbano VII e a quello del ottobre-dicembre 1590, che elesse papa Gregorio XIV.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Simas Sužiedėlis (a cura di), "Radvilas, Georg", in: Encyclopedia Lituanica, IV, Boston, Juozas Kapočius, pp. 414-415. LCC 74-114275.
  2. ^ (EN) Salvador Miranda, RADZIWIŁŁ, Jerzy, su fiu.edu – The Cardinals of the Holy Roman Church, Florida International University.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN50140848 · ISNI (EN0000 0000 7139 0705 · LCCN (ENn2008022648 · GND (DE123652545 · CERL cnp00470041