Jean Baptiste Antoine Marcellin de Marbot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jean Baptiste Antoine Marcellin Marbot
General Marbot.jpg
NatoAltillac, 18 agosto 1782
MortoParigi, 16 novembre 1854
Dati militari
GuerreGuerre Napoleoniche
voci di militari presenti su Wikipedia

Jean Baptiste Antoine Marcellin Marbot (Altillac, 18 agosto 1782Parigi, 16 novembre 1854) è stato un militare francese, figlio del Generale Jean Antoine Marbot (1754–1800), che morì nella difesa di Genova sotto il comando di Massena.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1799 si arruolò giovanissimo nell'esercito repubblicano come volontario. All'epoca non esisteva ancora una scuola per cadetti ufficiali ma riuscì a salire rapidamente di grado divenendo aide-de-camp (aiutante di campo) del Maresciallo Augereau, che comandava il VII corpo d'armata, nella guerra contro il Regno di Prussia e la Russia nel 1806-7. Si distinse in molte campagne militari napoleoniche sotto il comando dei generali Lannes e Massena e dimostrò le sue capacità di comando alla testa della cavalleria leggera nella campagna di Russia del 1812 e in quella tedesca dell'anno seguente. Dopo una lenta guarigione dalle ferite ricevute nel corso della battaglia di Lipsia fu promosso generale di brigata da Napoleone durante i "100 giorni" e prese parte alla Battaglia di Waterloo dove fu nuovamente ferito.

Andò in esilio In Germania durante la restaurazione successiva alla caduta di Napoleone e ritornò in Francia solo nel 1819, tuttavia la sua amicizia con il Duca di Orleans gli assicurò nuovamente un posto importante nell'esercito. Il 21 marzo 1831 gli fu assegnata la Croce di Commendatore dell'Ordine della Legion d'Onore. Dopo la rivoluzione di luglio fu fatto maréchal-de-camp (maresciallo di campo) e in questa veste prese parte all'assedio di Anversa del 1832. Fu promosso Luogotenente generale nel 1836. Dal 1835 al 1840 prestò servizio in varie spedizioni militari in Algeria e nel 1845 fu fatto membro della Camera dei Pari. Tre anni dopo, alla caduta di Luigi Filippo si ritirò a vita privata.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Marbot scrisse un libro di memorie: le Mémoires du Général Baron de Marbot, in tre volumi, edite da Plon nel 1891. Esse ritraggono, talvolta in modo abbellito, il suo ruolo nelle guerre napoleoniche. Esse sono consultabili sulla biblioteca Gallica

Ritratto del Generale Marbot

Ha anche pubblicato alcune opere in vita:

Remarques critiques sur l'ouvrage de M. le lieutenant-général Rogniat, intitulé : Considérations sur l'art de la guerre, 1820
De la nécessité d'augmenter les forces militaires de la France et moyen de le faire au meilleur marché possible, 1825

Infine, ha redatto l'articolo « cavalleria » su l'Encyclopédie moderne e collaborato alla rivista Spectateur militaire.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Come altre figure storiche, Marbot è uno dei protagonisti del Ciclo del Mondo del Fiume dello scrittore di fantascienza Philip Jose Farmer, inoltre ha ispirato il personaggio del "brigadier Gérard" nel libro Les exploits du brigadier Gérard (1902) dello scrittore inglese Conan Doyle.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Statua del Generale Marbot a Beaulieu-sur-Dordogne
Controllo di autoritàVIAF: (EN89290580 · LCCN: (ENn84090568 · GND: (DE119159686 · BNF: (FRcb131880110 (data) · NLA: (EN35901401 · CERL: cnp01088056
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie