Javier Paredes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Javier Paredes
Rubén Pulido and Javier Paredes 2009.jpg
Javier Paredes (a destra) nel 2009
Nazionalità sportiva Spagna Spagna
Altezza 175 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo difensore
Ritirato 2017
Carriera
Giovanili
2000-2001 Real Oviedo
Squadre di club1
2001-2003Real Oviedo39 (1)
2003-2005Real M. Castilla67 (1)
2005-2007Getafe40 (0)
2007-2014Real Saragozza85 (0)
2015-2016Albacete58 (3)
2017Ebro16 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 20 agosto 2016

Javier Paredes Arango (Oviedo, 5 luglio 1982) è un ex calciatore spagnolo, di ruolo difensore.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un difensore che può ricoprire diversi ruoli. Durante la sua carriera è stato schierato come terzino sinistro o come difensore di sinistra in una difesa a tre.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Real Oviedo e Real Madrid B[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel settore giovanile del Real Oviedo, club della sua città natale, esordisce con la prima squadra in Segunda División nella stagione 2001-2002, allenato da Enrique Marigil. In campionato, dove la squadra delle Asturie arriva al settimo posto, gioca otto partite da titolare senza mai essere sostituito e realizza una rete. Nella stagione successiva Paredes è titolare in difesa insieme a Raúl García Lozano, Francisco José Figueroa Alonso e Koldo Sarasúa e gioca 32 partite senza segnare. Sulla panchina del Real Oviedo si alternano quattro allenatori diversi e la squadra, arrivando al penultimo posto, retrocede in Segunda B. Paredes lascia il Real Oviedo e gioca per due stagioni nel Real Madrid Castilla, in Segunda División B, senza mai esordire in prima squadra. Con la squadra di Madrid ottiene un secondo e un primo posto.

Getafe e Real Zaragoza[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2005-2006 passa a un'altra squadra della capitale spagnola, il Getafe CF, che milita in Primera División. L'allenatore tedesco Bernd Schuster sceglie come titolare Mariano Pernía e Paredes colleziona 7 presenze, delle quali due da titolare. Nella stagione seguente, con la partenza di Pernía, Paredes diventa titolare e gioca 33 partite, ricevendo la prima espulsione in massima serie e 11 ammonizioni. Nel 2007 passa al Real Zaragoza e colleziona 23 partite. La squadra aragonese retrocede in Segunda División. Nella stagione 2008-2009, allenato da Marcelino García Toral, gioca 34 partite e contribuisce al raggiungimento del secondo posto in campionato e della promozione in massima serie. Nel 2010, al termine di un allenamento, è protagonista di un litigio con l'allenatore José Aurelio Gay e l'intervento di Gabi riporta la situazione alla calma.[2] Per questo fatto Paredes viene multato dalla società,[3] per poi tornare protagonista in campo con l'arrivo del messicano Javier Aguirre.[1] Il 26 giugno 2012 prolunga di due stagioni il contratto che lo lega alla società aragonese, con un'opzione per un ulteriore anno.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni Nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid Castilla: 2004-2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]