Incatenata (film 1934)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Incatenata
Titolo originale Chained
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1934
Durata 76 min
Colore B/N
Audio Mono (Western Electric Sound System) Douglas Shearer
Rapporto 1.37 : 1
Genere drammatico
Regia Clarence Brown
Soggetto Edgar Selwyn
Sceneggiatura John Lee Mahin Frances Goodrich e Albert Hackett (non accreditati)
Produttore Clarence Brown e Hunt Stromberg
Casa di produzione MGM
Distribuzione (Italia) MGM (1935)
Fotografia George Folsey (George J. Folsey)
Montaggio Robert Kern
Musiche Herbert Stothart
Scenografia Cedric Gibbons Alexander Toluboff e Edwin B. Willis (associati)
Costumi Adrian
Interpreti e personaggi

Incatenata (Chained) è un film del 1934 prodotto e diretto da Clarence Brown. Ha come interprete principale Joan Crawford; accanto a lei, compaiono Clark Gable, Otto Kruger, Una O'Connor e Marjorie Gateson.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Desideroso di sposare la sua fedele segretaria Diane Lovering, di cui, ricambiato, è innamorato, il ricco e non più giovane armatore Richard Field di New York chiede alla moglie Louise il divorzio, questa tuttavia, si rifiuta di abbandonare la sua posizione sociale e nega la richiesta di Richard. Anche se Diane assicura Richard che continuerà ad amarlo senza il beneficio del matrimonio, l'armatore, preoccupato per il futuro incerto della sua amante, le chiede di riflettere sulla sua scelta, invitandola a fare una crociera in Sud America su uno dei suoi piroscafi. Diane malvolentieri accetta, ma giura di tornare al più presto da lui a New York.

Subito dopo l'imbarco, Diane respinge le goffe avance di Johnnie Smith nel bar della nave, ma questi, non arrendendosi, chiede al suo migliore amico, Mike Bradley, di aiutarlo per cercare di conquistare la ragazza, ma Mike, colpito dalla eleganza e avvenenza della giovane, prende a malo modo Johnnie, comportandosi come un paladino e redarguendolo di non importunare più la donna.

Mike è presto attratto dal fascino di Diane, ma lei, fedele a Richard, respinge le sue avance, finché sola e senza conoscenti sulla grande nave, finisce per accettare la compagnia dello scanzonato e simpatico Mike, pieno di spirito e allegria.

Una volta raggiunta Buenos Aires, Diane si congeda da Mike, declinando il suo invito a fargli visita nel suo ranch, ma il giovane si presenta con un pretesto nell'hotel in cui la donna alloggia, convincendola a venire nel suo ranch. Dopo una giornata piena di allegria e di divertimento, Diane e Mike si confessano il loro amore reciproco, ma la donna le dice di Richard, che lei non può abbandonarlo perché questo la ama e non saprebbe vivere senza di lei. Tuttavia la giovane si rende conto di non aver mai amato prima con tale intensità e che Mike è l'uomo della sua vita. Diane promette quindi a Mike che tornerà a New York per informare Richard del suo nuovo amore.

Giunta a New York, Diane è tuttavia colpita dalle attenzioni e dall'amore che Richard ha per lei e quando lui gli riferisce che la moglie ha finalmente accettato di divorziare a condizione che non gli sia permesso di vedere i suoi figli, ella non ha il coraggio di rivelargli il suo innamoramento per Mike, a cui scrive una breve e distaccata lettera di commiato, avvertendolo del suo matrimonio con Richard.

Un anno dopo, Diane incontra Mike in un negozio d'armi di New York e questo la invita in un locale per parlargli. Nonostante la sua amarezza e delusione verso la donna, Mike si rende conto come lui la ami ancora e come anche Diane sia ancora innamorata. Diane ammette i suoi sentimenti e, sfogandosi, spiega a Mike che lei sta sacrificando il loro amore per rimanere fedele a Richard, che ha rinunciato a tutta la sua famiglia per lei e con un doloroso addio, fugge via.

Mike si presenta all'improvviso nella casa di campagna dove sono Diane e Richard, deciso a confrontarsi con il suo rivale, ma quando vede come Richard è gentile e premuroso verso la donna, non ha il coraggio di affrontarlo e bruscamente si congeda.

Richard rivela allora a Diane di aver a lungo intuito che lei era innamorata di un altro uomo e, desideroso solamente della felicità della donna, sentendosi un uomo troppo vecchio per lei, le offre nobilmente il divorzio.

Nell'ultima sequenza del film Diane ha ormai raggiunto Mike nel suo ranch argentino per una nuova vita insieme.

Trama estesa in (EN) su AFI

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film - il cui titolo di lavorazione fu Sacred and Profane Love[1] - fu prodotto dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM).

Venne girato nei Metro-Goldwyn-Mayer Studios, al 10202 di W. Washington Blvd., a Culver City e a New York[2]. Alcune scene vennero girate al Rancho Agua de la Centinela, un ranch di quattromila acri nel sud-ovest degli Stati Uniti. Le riprese iniziarono il 12 luglio 1934[1].

Come soggettista del film, appare il nome di Edgar Selwyn anche se la natura del suo contributo non è conosciuta[1].

Nel film, Joan Crawford ebbe due controfigure, Audrey Scott e, nelle scene sul motoscafo, l'attore Keenan Wynn. L'attore Preston Foster, che era stato annunciato come suo partner nel ruolo di Mike, venne sostituito da Clark Gable[1]. I due attori, che lavorarono insieme più di una volta, vennero definiti il "re" e la "regina" di Hollywood[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), uscì nelle sale cinematografiche USA IL 31 agosto 1934.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d AFI
  2. ^ IMDb Locations
  3. ^ aurorasginjont

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Lawrence J. Quirk, The Films of Joan Crawford, The Citadel Press, Secaucus, New Jersey, 1968 ISBN 0-8065-0008-5
  • (EN) John Douglas Eames, The MGM Story Octopus Book Limited, Londra 1975 ISBN 0-904230-14-7

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema