Ilona Slupianek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ilona Slupianek
Bundesarchiv Bild 183-W0124-0029, Ilona Slupianek cropped.jpg
Nome Ilona Schoknecht-Slupianek
Nazionalità Germania Est Germania Est
Altezza 180 cm
Peso 95 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Getto del peso
Record
Peso 22,45 m Record nazionale (1980)
Peso 21,59 m Record nazionale (indoor – 1979)
Società SC Dynamo Berlin
Ritirata 1987
Carriera
Nazionale
1973-1987 Germania Est Germania Est
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 0
Mondiali 0 0 1
Mondiali indoor 0 1 0
Europei 2 0 0
Europei indoor 2 1 1
Europei juniores 1 0 1
Universiadi 1 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 2 agosto 2010

Ilona Slupianek (nata Schoknecht; Demmin, 24 settembre 1956) è un'ex pesista e discobola tedesca, vincitrice della medaglia d'oro alle Olimpiadi di Mosca 1980.

In carriera ha vinto anche due ori europei a Praga 1978 ed Atene 1982, oltre che un bronzo ai Mondiali 1983, sempre nel getto del peso.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1980 ha migliorato due volte il record mondiale, che ha detenuto dal 2 maggio di quell'anno fino al 27 maggio 1984, quando fu superata da Natalya Lisovskaya. Ha stabilito la miglior prestazione mondiale stagionale per 6 anni consecutivi, fra il 1978 e il 1983.

Doping[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver dominato la gara di getto del peso nell'edizione della Coppa Europa del 1977, è stata trovata positiva ad un test antidoping al nandrolone e squalificata per un anno dalle competizioni.[1][2] Nel 1991 molti atleti vennero trovati positivi ai test antidoping, l'ex atleta Brigitte Berendonk, Werner Franke e i ricercatori della Militärmedizinische Akademie Bad Saarow iniziano a elaborare diversi studi sul doping. Sulla base di queste ricerche si è arrivati a pensare che moltissimi atleti della GDR per migliorare le proprie prestazioni abbiano fatto uso di doping. Gli studi hanno rilevato la somministrazione, tra il 1981 e il 1984, di dosi di Oral Turinabol, un anabolizzante.[3]

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Misura Note
1973 Europei juniores Germania Ovest Duisburg Getto del peso Oro Oro 17,05 m
Lancio del disco Argento Argento 52,92 m
1976 Europei indoor Germania Ovest Monaco Getto del peso Bronzo Bronzo 19,36 m
Olimpiadi Canada Montreal Getto del peso 20,54 m
1977 Europei indoor Spagna San Sebastiàn Getto del peso Argento Argento 21,12 m
1978 Europei Cecoslovacchia Praga Getto del peso Oro Oro 21,41 m
1979 Europei indoor Austria Vienna Getto del peso Oro Oro 21,01 m
Universiadi Messico Città del Messico Getto del peso Oro Oro 20,48 m
1980 Olimpiadi URSS Mosca Getto del peso Oro Oro 22,41 m Record olimpico
1981 Europei indoor Francia Grenoble Getto del peso Oro Oro 20,77 m
1982 Europei Grecia Atene Getto del peso Oro Oro 21,59 m
1983 Mondiali Finlandia Helsinki Getto del peso Bronzo Bronzo 20,56 m
1987 Mondiali indoor Stati Uniti Indianapolis Getto del peso Argento Argento 20,28 m

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ordine al merito per la Patria (oro) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al merito per la Patria (oro)
— Berlino Est, 1984.
Ordine al merito per la Patria (argento) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al merito per la Patria (argento)
— Berlino Est, 1980.
Ordine al merito per la Patria (bronzo) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al merito per la Patria (bronzo)
— Berlino Est, 1978.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Hormonal doping and androgenization of athletes: a secret program of the German Democratic Republic government, Clinchem.org. URL consultato l'11 maggio 2011.
  2. ^ Claudio Gregori, Temi olimpici: il doping, Enciclopedia dello Sport Treccani. URL consultato il 15 agosto 2012.
  3. ^ Brigitte Berendonk, 1991, p. 128.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) David Wallechinsky, The complete book of the summer Olympics, Sportclassic Books, 2004, ISBN 978-1-894963-32-9.
  • (EN) Wayne Wilson, Ed Derse, Doping in elite sport: the politics of drugs in the Olympic movement, Human Kinetics, 2001, ISBN 978-0-7360-0329-2.
  • (DE) Brigitte Berendonk, Doping-Dokumente - Von der Forschung zum Betrug, Berlino, Springer-Verlag, 1991, ISBN 3-540-53742-2.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]