Ivanka Hristova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ivanka Hristova
Nazionalità Bulgaria Bulgaria
Altezza 172 cm
Peso 83 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità Getto del peso
Società Spartak Sofia
Levski Sofia
Termine carriera 1976
Record
Peso 21,89 m (1976)
Peso 20,78 m (indoor – 1976)
Carriera
Nazionale
1964-1976Bulgaria Bulgaria
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 1
Europei indoor 1 2 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Ivanka Marinova Hristova (in bulgaro: Иванка Маринова Христова?; Osikovitsa, 19 novembre 194124 febbraio 2022[1]) è stata una pesista bulgara, campionessa olimpica a Montreal 1976.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Progressione[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Misura Note
1964 Olimpiadi Giappone Tokyo Getto del peso 10ª 15,69 m
1967 Europei indoor Cecoslovacchia Praga Getto del peso Argento Argento 16,55 m
1968 Europei indoor Spagna Madrid Getto del peso 17,11 m
Olimpiadi Messico Città del Messico Getto del peso 17,25 m
1969 Europei indoor Jugoslavia Belgrado Getto del peso Argento Argento 16,94 m
Europei Grecia Atene Getto del peso 18,04 m
1970 Europei indoor Austria Vienna Getto del peso 17,58 m
1971 Europei indoor Bulgaria Sofia Getto del peso 17,42 m
Europei Finlandia Helsinki Getto del peso 17,78 m
1972 Europei indoor Francia Grenoble Getto del peso 17,92 m
Olimpiadi Germania Ovest Monaco di Baviera Getto del peso Bronzo Bronzo 19,35 m
1973 Europei indoor Paesi Bassi Rotterdam Getto del peso 17,92 m
1974 Europei indoor Svezia Göteborg Getto del peso 19,23 m
Europei Italia Roma Getto del peso 19,17 m
1975 Europei indoor Polonia Katowice Getto del peso Bronzo Bronzo 19,35 m
1976 Europei indoor Germania Ovest Monaco di Baviera Getto del peso Oro Oro 20,45 m
Olimpiadi Canada Montréal Getto del peso Oro Oro 21,16 m Record olimpico

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Eroe del lavoro socialista - nastrino per uniforme ordinaria Eroe del lavoro socialista
— Mosca, 1976.
immagine del nastrino non ancora presente Maestro onorario dello sport
— Mosca, 1968.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Andreas Singler, Gerhard Treutlein, Doping im Spitzensport: sportwissenschaftliche Analysen zur nationalen und internationalen Leistungsentwicklung, 5ª ed., Meyer & Meyer Verlag, 2009, ISBN 978-3-89899-192-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]