I Dreamed a Dream (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
I Dreamed a Dream
Artista Susan Boyle
Tipo album Studio
Pubblicazione 23 novembre 2009
Durata 43 min : 00 s
Dischi 1
Tracce 13
Genere Pop
Etichetta Syco, Columbia
Registrazione 2009
Note Album più venduto del 2009[1]
Certificazioni
Dischi d'oro Austria Austria[12]
(Vendite: 10.000+)
Belgio Belgio[13]
(Vendite: 15.000+)
Danimarca Danimarca[14]
(Vendite: 15.000+)
Grecia Grecia[15]
(Vendite: 3.000+)
Italia Italia[16]
(Vendite: 30.000+)
Messico Messico[17]
(Vendite: 40.000+)
Polonia Polonia[18]
(Vendite: 10.000+)
Svezia Svezia[19]
(Vendite: 20.000+)
Ungheria Ungheria[20]
(Vendite: 3.000+)
Dischi di platino Australia Australia (10)[2]
(Vendite: 700.000+)
Canada Canada (5)[3]
(Vendite: 400.000+)
Europa Europa (3)[4]
(Vendite: 3.000.000+)
Francia Francia[5]
(Vendite: 100.000+)
Giappone Giappone[6]
(Vendite: 250.000+)
Irlanda Irlanda (8)[7]
(Vendite: 120.000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (9)[8]
(Vendite: 135.000+)
Regno Unito Regno Unito (7)[9]
(Vendite: 2.100.000+)
Stati Uniti Stati Uniti (4)[10]
(Vendite: 4.000.000+)
Svizzera Svizzera[11]
(Vendite: 30.000+)
Susan Boyle - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2010)

I Dreamed a Dream è l'album di debutto della cantante scozzese Susan Boyle, pubblicato in tutto il mondo il 23 novembre 2009 dalle etichette discografiche Syco e Columbia.

L'album ha subito riscosso un imponente successo di vendita grazie alla partecipazione della cantante al programma Britain's Got Talent in Regno Unito, nella primavera dello stesso anno, dove ha riscosso particolare curiosità a causa del suo aspetto fisico, che appariva visibilmente trascurato.

Il disco, che in poco tempo ha raggiunto i vertici di molte classifiche mondiali, contiene dodici cover di brani più o meno famosi e un inedito, Who I Was Born to Be.

Il primo singolo estratto è stato Wild Horses, brano originariamente interpretato dai Rolling Stones, nel 1970.

Ad oggi l'album ha raggiunto 8 milioni di copie vendute in tutto il mondo[21]

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Wild Horses (Mick Jagger, Keith Richards) - 4:55
  2. I Dreamed a Dream (Claude-Michel Schönberg, Alain Boublil, Herbert Kretzmer) - 3:11
  3. Cry Me a River (Arthur Hamilton) - 2:43
  4. How Great Thou Art (Carl Boberg) - 3:13
  5. You'll See (Madonna, David Foster) - 4:43
  6. Daydream Believer (John Stewart) - 3:20
  7. Up to the Mountain (Patty Griffin) - 3:32
  8. Amazing Grace (John Newton) - 3:35
  9. Who I Was Born to Be (Audra Mae, Johan Fransson, Tobias Lundgren, Tim Larsson) - 4:10
  10. Proud (Steve Mac, Wayne Hector, Andy Hill) - 3:22
  11. The End of the World (Arthur Kent, Sylvia Dee) - 3:16
  12. Silent Night (Josef Mohr, Franz Xaver Gruber) - 3:00
  13. Wings to Fly (Bonus track giapponese) (Kunihiko Murai) - 3:57

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica Posizione raggiunta
Argentina[22] 1
Australia[23] 1
Belgio (Fiandre)[24] 4
Belgio (Wallonia)[24] 5
Canada[25] 1
Paesi Bassi[26] 2
Finlandia[27] 12
Francia[28] 8
Germania[29] 3
Ungheria[30] 15
Irlanda[31] 1
Italia[32] 21
Giappone[33] 3
Messico[34] 10
Nuova Zelanda[35] 1
Norvegia[24] 5
Polonia[36] 23
Portogallo[24] 16
Sud Africa[37] 2
Spagna[38] 10
Svezia[39] 3
Svizzera[24] 1
Gran Bretagna[40] 1
Billboard 200[41] 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Index
  2. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2011 Albums, ARIA. URL consultato il 20 aprile 2012.
  3. ^ (EN) Gold and Platinum Database - Susan Boyle, MusicCanada. URL consultato il 20 aprile 2012.
  4. ^ IFPI Platinum Europe Awards - Q2 2010
  5. ^ (FR) InfoDisc Les Certifications, InfoDisc. URL consultato il 20 aprile 2012.
  6. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  7. ^ The Irish Charts - All there is to know
  8. ^ (EN) RIANZ - settimana del 28 dicembre 2009. URL consultato il 20 aprile 2012.
  9. ^ (EN) Certified Awards Search - Susan Boyle, BPI. URL consultato il 20 aprile 2012.
  10. ^ (EN) RIAA Certifications - Susan Boyle, RIAA. URL consultato il 20 aprile 2012.
  11. ^ (CE) SCHWEIZER HITPARADE - ALBEN TOP 100, Hit Parade. URL consultato il 20 aprile 2012.
  12. ^ IFPI Austria - Gold & Platin, IFPI. URL consultato il 20 aprile 2012.
  13. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - SINGLES - 2009, Ultratop. URL consultato il 20 aprile 2012.
  14. ^ Hitlisten.NU
  15. ^ WebCite query result
  16. ^ (DE) Certificazioni FIMI - Dalla settimana 1 del 2009 alla settimana 5 del 2011, FIMI. URL consultato il 20 aprile 2012.
  17. ^ (ES) Susan Boyle llega al disco de oro en México, El Universal, 20 dicembre 2009. URL consultato il 20 aprile 2012.
  18. ^ Listy bestsellerów, wyróżnienia :: Związek Producentów Audio-Video
  19. ^ (SV) Hit Listan, <---cercare Susan Boyle nel campo di ricerca---> http://www.hitlistan.se/ <---cercare Susan Boyle nel campo di ricerca--->. URL consultato il 20 aprile 2012.
  20. ^ Adatbázis - Arany- és platinalemezek - MAHASZ - Magyar Hangfelvétel-kiadók Szövetsége
  21. ^ BBC News - Why Susan Boyle was snubbed by the Brit Awards
  22. ^ Top 20 Álbumes, Top 100 Argentina. URL consultato il 12 dicembre 2009.
  23. ^ australian-charts.com - Susan Boyle - I Dreamed A Dream
  24. ^ a b c d e Les Charts
  25. ^ Susan Boyle's Debut Smashes U.S. Chart Records
  26. ^ Susan Boyle - I Dreamed a Dream (album) in Ultratop.be, Hung Medien. URL consultato il 27 novembre 2009.
  27. ^ Suomen virallinen lista, ylex.yle.fi. URL consultato l'11 dicembre 2009.
  28. ^ Disques : Renaud en tête, Susan Boyle ne cartonne pas, OZAP.com, 3 dicembre 2009. URL consultato l'11 dicembre 2009.
  29. ^ Susan Boyle - I Dreamed A Dream. URL consultato il 27 novembre 2009.
  30. ^ Hungarian Albums Chart
  31. ^ Susan Boyle - I Dreamed A Dream, aCharts.us. URL consultato il 27 novembre 2009.
  32. ^ Federation of the Italian Music Industry, Italian Albums Chart, Italian Charts, 27 novembre 2009. URL consultato il 1º dicembre 2009.
  33. ^ (JA) 新生EXILE初アルバムが73万枚、初週売上げでミスチル超え スーザン・ボイルは、5位から3位にランクアップ in Oricon. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  34. ^ Mexican Top 100 Albums Chart
  35. ^ New Zealand Chart: Chart #1697 in RIANZ, 30 novembre 2009. URL consultato il 1º dicembre 2009.
  36. ^ Sales for the period 23.11.2009 - 29.11.2009, Oficjalna lista sprzedaży (Official Retail Sales Chart). URL consultato l'11 dicembre 2009.
  37. ^ http://www.rsg.co.za/musiek_top20.asp
  38. ^ http://www.promusicae.org/listassemanales/albumes/top%20100%20albumes%20w48.2009.pdf
  39. ^ Swedish Albums Chart - Sverigetopplistan
  40. ^ Susan Boyle - I Dreamed A Dream, Chartstats.com. URL consultato l'11 dicembre 2009.
  41. ^ Susan Boyle Sees 'Dream' Soar To No. 1 On Billboard 200, Billboard.com, 30 novembre 2009. URL consultato l'11 dicembre 2009.
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica