Hoboken (New Jersey)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hoboken
city
Hoboken, New Jersey
Hoboken – Veduta
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of New Jersey.svg New Jersey
ConteaHudson
Amministrazione
SindacoDawn Zimmer (D)
Territorio
Coordinate40°44′33″N 74°01′43″W / 40.7425°N 74.028611°W40.7425; -74.028611 (Hoboken)Coordinate: 40°44′33″N 74°01′43″W / 40.7425°N 74.028611°W40.7425; -74.028611 (Hoboken)
Altitudinem s.l.m.
Superficie5,1 km²
Abitanti50 005 (2010)
Densità9 804,9 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale07030
Prefisso201, 551
Fuso orarioUTC-5
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Hoboken
Hoboken
Hoboken – Mappa
Sito istituzionale

Hoboken è una città degli Stati Uniti d'America, nella Contea di Hudson, nello Stato del New Jersey. Come da censimento del 2010 degli USA, la città conta 50.005 abitanti. La città fa parte dell'area metropolitana di New York e nel suo territorio è situato l'Hoboken Terminal, uno dei principali hub del trasporto per la regione. Hoboken è stata la sede del primo torneo di baseball ufficiale degli USA.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Hoboken fu scelto dal Colonello John Stevens quando comprò la terra in un'area in cui si trova oggi la città. La tribà indiana dei Lenape fa riferimento all'area come: "terra del tabacco da pipa" usando la frase "Hopoghan Hackingh"[1][2][3]

Come Weehawken, cittadina a nord, Communipaw e Harsimus a sud, Hoboken ha avuto molte varianti nella lingua popolare. Hoebuck, in antico olandese alto promontorio e come riferimento a Castle Point, fu usato durante l'era coloniale e successivamente chiamata Hobuck,[4] Hobock,[5] Hobuk[6] and Hoboocken.[7] Sebbene, nel XIX secolo, il nome fu cambiato in Hoboken, nome influenzato dall' fiammingo degli immigrandi olandesi e da una etimologia popolare che emerse collegando la città di Hoboken al distretto omonimo di Anversa Hoboken.[8].

Oggi, il suo soprannome ufficiale è "Mile Square City",[9] ma in realtà copre 1,25 miglia quadre (3,2 km²) di un'area 2 miglia quadre (5,2 km²) quando si includono anche la parte di acqua del fiume Hudson.[10]. A cavallo tra il XIX ed il XX secolo quando la popolazione e la cultura di Hoboken era dominata dai parlanti di lingua tedesca e talvolta la chiamavano "Piccola Brema".[11][12].

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Hoboken si trova sulla riva occidentale del fiume Hudson di fronte a Manhattan, New York e i quartieri di West Village e Chelsea, tra Weehawken e Union City a nord, e Jersey City a sud e ad ovest.

Secondo il censimento degli Stati Uniti, la città ha una superficie complessiva di 5,1 km². 3,3 km² sulla terra ferma, e 1,8 km² sull'acqua. L'area totale è composta dal 35,35% di acque interne.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel XVII secolo Hoboken faceva parte dei Nuovi Paesi Bassi, nel 1849 diventa una città indipendente e nel 1855 viene riconosciuta come tale dagli USA.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Università[modifica | modifica wikitesto]

Nella città si trova lo Stevens Institute of Technology, una delle più antiche università di tecnologia negli Stati Uniti d'America.

Festa di Santa Febronia[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di settembre si tiene la Festa di Santa Febronia, a cura della Società di Mutuo Soccorso Patti e circondario. Questa festa, davvero molto sentita dalla comunità cattolica locale, rappresenta un forte legame degli immigrati provenienti da Patti, comune in provincia di Messina, con la propria terra d'origine e con la figura della loro Santa Patrona.

Hoboken Italian Festival[modifica | modifica wikitesto]

Sempre nel mese di settembre è in programma l'Hoboken Italian Festival, nato nel 1927, a cura della Società della Madonna dei Martiri fondata da immigrati provenienti dalla città di Molfetta. Forte è il legame degli immigrati giunti alla terza generazione, verso le tradizioni della città adriatica. Infatti come a Molfetta viene riproposta la sagra in mare in onore della Madonna dei Martiri. Il legame verso Molfetta è testimoniato anche dai continui scambi culturali, che raggiungono il culmine nel mese di settembre con delegazioni di molfettesi o di immigrati che vicendevolmente si recano in America o in Italia. Il festival è occasione di riunire tutta la folta comunità di discendenza italiana (oltre ai molfettesi, molti pugliesi, siciliani e liguri) e tantissimi americani. Si festeggia il weekend successivo al "LaborDay", l'evento dell'Hoboken Italian Festival the feast of the Madonna dei Martiri[13], ha la durata di quattro giorni.

Si ha la possibilità di degustare piatti tipici italiani, ascoltare musica italiana e a fine manifestazione assistere ai fuochi pirotecnici, con la magnifica scenografia dell'isola di Manhattan, si svolge sul lungomare di Hoboken, il palco per la band viene sistemato al Frank Sinatra Park.

Persone legate a Hoboken[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Hoboken ha 48 strade posizionate a griglia, le strade sono numerate da est verso ovest. Molte strade da nord verso sud sono state battezzate con i nomi dei presidenti degli Stati Uniti (Washington, Adams, Madison, Monroe), anche se Clinton Street certamente onora il politico del XIX secolo DeWitt Clinton, governatore dello Stato di New York.

Washington Street è stata rinominata Carlo's Bakery Way in onore dell'omonima pasticceria divenuta celebre grazie al programma televisivo Il boss delle torte.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La città è servita da numerose linee del servizio ferroviario suburbano New Jersey Transit Rail, dalla metropolitana regionale Port Authority Trans-Hudson e dalla tranvia Hudson-Bergen.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Baseball[modifica | modifica wikitesto]

Litografia rappresentante il primo incontro di baseball a Hoboken (litografia Currier & Ives).

La città è famosa per aver ospitato, il 19 giugno 1846, il primo incontro documentato di baseball in assoluto. L'incontro, disputatosi fra i New York Knickerbockers e i New York Nine, durò solamente quattro innings e si concluse con il punteggio di 23-1 per i nine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ HM-hist "The Abridged History of Hoboken" Archiviato il 1º maggio 2015, in Internet Archive., Hoboken Museum, Accessed February 24, 2015.
  2. ^ Hutchinson, Viola L. The Origin of New Jersey Place Names, New Jersey Public Library Commission, May 1945. Accessed September 1, 2015.
  3. ^ Gannett, Henry. The Origin of Certain Place Names in the United States, p. 138. United States Government Printing Office, 1905. Accessed September 1, 2015.
  4. ^ Hoboken Reporter January 16, 2005
  5. ^ Minutes of the Common Council of the City of New York, 1675–1776, Volume 8, p. 428. Archived at Google Books. Accessed June 9, 2014.
  6. ^ History of Hoboken, WNET. Accessed September 1, 2015. "The following description of Hobuk, as it was then known, comes from a letter written in 1685 by a George Scott, of Edinburg"
  7. ^ NEW JERSEY COLONIAL RECORDS, East Jersey Records: Part 1 – Volume 21 Calendar of Records 1664–1703 Archiviato il 10 febbraio 2009 in Internet Archive., USGenWeb Archives. Accessed November 27, 2011.
  8. ^ Van Der Sijs, Nicoline. Cookies, Coleslaw, and Stoops: The Influence of Dutch on the North American Languages, p. 109. Amsterdam University Press, 2009. ISBN 978-9089641243. Accessed June 2, 2016.
  9. ^ Rodas, Steven. "Is Hoboken officially the 'Mile Square City'? Delving into the longstanding nickname", The Hudson Reporter, January 17, 2016.
  10. ^ 2010 Census Gazetteer Files: New Jersey County Subdivisions, United States Census Bureau. Accessed May 21, 2015.
  11. ^ "Hoboken Historical Museum Hosts Publication Party for Oral History Chapbook, "A Nice Tavern", Hoboken Historical Museum. Accessed November 17, 2010.
  12. ^ Applebome, Peter. "Our Towns; Jitters About Who's in Charge on the Waterfront, in 1917 and Today", The New York Times, March 5, 2006. Accessed July 31, 2013. "And Hoboken, where as early as the 1850's, more than 1,500 of the 7,000 inhabitants were of German origin, was known as Little Bremen, and had an elaborate network of German beer gardens and restaurants, social clubs, newspapers, theaters and schools."
  13. ^ The Hoboken Italian Festival | The Feast, su www.hobokenitalianfestival.com. URL consultato il 20 agosto 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN45145067006366630233 · GND: (DE4442912-5
Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America