Hermann Stessl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hermann Stessl
Nazionalità Austria Austria
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Libano Libano
Ritirato 1970 - giocatore
1996 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1957-1970Grazer AK92+ (11)
1970Dornbirn15 (0)
Carriera da allenatore
1969-1970Leibnitz
1970-1972Wolfsberg
1972-1973Kapfenberger
1973-1977Grazer AK
1977-1979Austria Vienna
1979-1980AEK Atene
1980-1982Porto
1982-1983Boavista
1983-1984Vitória Guimarães
1984-1985Sturm Graz
1985-1986Austria Vienna
1986-1987Zurigo
1988Racing Santander
1989Eisenstadt
1992Kremser
1992-1993Austria Vienna
1995-1996Austria Salisburgo
2007-Libano LibanoVice
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Hermann Stessl (Graz, 3 settembre 1940) è un ex allenatore di calcio ed ex calciatore austriaco, di ruolo centrocampista, dal 2007 nello staff tecnico della Nazionale libanese come vice-allenatore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver concluso la carriera da calciatore, trascorsa quasi esclusivamente con la maglia del Grazer AK, Stessl diviene allenatore. Allena Leibnitz e Wolfsberg prima di passare al Kapfenberger, club col quale sfiora la promozione in massima divisione terminando il proprio girone al secondo posto della seconda divisione austriaca. Trasferitosi sulla panchina del Grazer AK, nel 1975 vince il torneo di seconda divisione austriaca, nella sua prima edizione a girone unico, davanti al Wiener Sport-Club e ottiene la promozione in prima divisione. Nel biennio seguente riesce a mantenere il Grazer AK nella prima serie, quindi è contattato dall'Austria Vienna: al suo primo anno vince nettamente il campionato austriaco del 1978. Stessl partecipa con l'Austria Vienna alla Coppa delle Coppe: gli austriaci eliminano Cardiff City (1-0), Lokomotíva Košice (1-1, per la regola dei gol fuori casa), Hajduk Spalato (2-2, vincendo ai rigori) e Dinamo Mosca (3-3, nuovamente ai rigori), accedendo alla finale di Parigi, persa contro l'Anderlecht con un netto 4-0. L'anno seguente, il tecnico vince il suo secondo campionato consecutivo. Nel 1978-1979, l'Austria Vienna è impegnato in Coppa Campioni: esclude Vllaznia (4-3), Lillestrøm (4-1) e Dinamo Dresda (3-2), uscendo dalla massima competizione europea in semifinale, dopo aver perso per 1-0 il ritorno della sfida contro il Malmö FF (0-0 all'andata).

Nel 1979 è chiamato sulla panchina dei campioni di Grecia dell'AEK Atene, ma l'allenatore austriaco finisce al quarto posto in campionato che non consente alla squadra ateniese la partecipazione alle competizioni europee nonostante i due punti di distanza dall'Olympiakos vincitore. L'anno dopo, passa ai portoghesi del Porto: finisce secondo il campionato del 1981 e terzo quello del 1982, raggiungendo la finale di Coppa nel 1981 e vincendo la Supercoppa nazionale del 1981 grazie alla vittoria sul Benfica per 4-1 nella partita di ritorno, dopo aver perso la finale d'andata 2-0. Dopo aver guidato anche Boavista, Vitória Guimarães e Sturm Graz, Stessl torna all'Austria Vienna e vince il suo terzo campionato austriaco nel 1986. Allena anche a Zurigo e Santander, tornando in patria nel 1992. Fa un secondo ritorno all'Austria Vienna nello stesso anno, chiudendo la stagione con il suo quarto successo nella prima divisione. Nel 1995 siede sulla panchina dei campioni nazionali dell'Austria Salisburgo, finendo all'ottavo posto. È la sua ultima stagione da allenatore: termina la carriera dopo aver vinto otto titoli.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Grazer AK: 1974-1975
Austria Vienna: 1977-1978, 1978-1979, 1985-1986, 1992-1993
Porto: 1981
Austria Vienna: 1985-1986
Austria Vienna: 1992

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Hermann Stessl, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • Hermann Stessl, su Calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH. Modifica su Wikidata
  • (DE) Profilo su austria-archiv.at