Hans Petter Buraas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hans Petter Buraas
Hans Petter Buraas Zagreb 2009.jpg
Hans Petter Buraas a Zagabria nel 2009
Nazionalità Norvegia Norvegia
Altezza 190 cm
Peso 90 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Slalom speciale
Squadra Bærum SK
Ritirato 2008
Palmarès
Olimpiadi 1 0 0
Mondiali juniores 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Hans Petter Buraas (Bærum, 20 marzo 1975) è un ex sciatore alpino norvegese, olimpionico nello slalom speciale a Nagano 1998.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1993-1996[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Gjettum di Bærum, Buraas debuttò in campo internazionale ai Mondiali juniores di Monte Campione/Colere 1993, ottenendo come miglior piazzamento il 17º posto nello slalom gigante. Nella stessa manifestazione iridata giovanile, l'anno successivo a Lake Placid negli Stati Uniti, conquistò la medaglia di bronzo nella stessa specialità.

Esordì in Coppa del Mondo il 3 dicembre 1994 a Tignes in Francia in slalom gigante, non riuscendo a qualificarsi per la seconda manche, e in Coppa Europa il 5 dicembre successivo, senza completare lo slalom speciale di Geilo/Hemsedal. Il 9 gennaio 1996 conquistò a Les Arcs il suo primo podio nel circuito continentale, classificandosi 3º in slalom gigante.

Stagioni 1997-2000[modifica | modifica wikitesto]

Divenuto slalomista puro, Buraas 10 il gennaio 1997 colse il suo unico successo in Coppa Europa, a Donnersbachwald, e il giorno successivo il suo ultimo podio (3º), nella medesima località. Si aggiudicò il primo podio in Coppa del Mondo il 15 dicembre 1997 nello slalom speciale disputato in notturna[senza fonte] a Sestriere, in Italia, piazzandosi terzo alle spalle del connazionale Finn Christian Jagge e dell'austriaco Thomas Sykora.

Convocato per i XVIII Giochi olimpici invernali di Nagano 1998, in Giappone, Buraas onorò la partecipazione aggiudicandosi la medaglia d'oro davanti al compagno di squadra Ole Kristian Furuseth e a Sykora. L'anno dopo esordì anche ai Campionati mondiali, ma a Vail/Beaver Creek 1999 non completò la prova.

Stagioni 2001-2008[modifica | modifica wikitesto]

L'11 dicembre 2000 sulle nevi di Sestriere conquistò l'unica vittoria di carriera in Coppa del Mondo, mentre ai successivi Mondiali di Sankt Anton 2001 non completò la prima manche. Ottenne l'ultimo podio in Coppa del Mondo il 28 gennaio 2003 concludendo terzo nello slalom speciale in notturna[1] di Schladming, dietro al finlandese Kalle Palander e all'austriaco Benjamin Raich.

Fuori gara sia ai Mondiali di Sankt Moritz 2003 sia ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006, ai Mondiali di Åre in Svezia del 2007 si piazzò 8º. Abbandonata l'attività agonistica al termine della stagione 2006-2007 (disputò l'ultima gara in Coppa del Mondo il 4 marzo a Kranjska Gora, senza concludere la prima manche), si ritirò definitivamente in occasione dei Campionati norvegesi del 2008.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 19º nel 1998
  • 10 podi (tutti in slalom speciale):
    • 1 vittoria
    • 4 secondi posti
    • 5 terzi posti

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
11 dicembre 2000 Sestriere Italia Italia SL

Legenda:

SL = slalom speciale

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • 4 podi:
    • 1 vittoria
    • 3 terzi posti

Coppa Europa - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
10 gennaio 1997 Donnersbachwald Austria Austria SL

Legenda:

SL = slalom speciale

Campionati norvegesi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Referto ufficiale della gara (PDF), su fis-ski.com. URL consultato il 17 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2005).
  2. ^ (EN) Profilo FIS (dati parziali), su data.fis-ski.com. URL consultato il 28 novembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]