Golgo 13: Top Secret Episode

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Golgo 13: Top Secret Episode
Titolo originale ゴルゴ13 第一章神々の黄昏
Sviluppo Vic Tokai
Pubblicazione Vic Tokai
Data di pubblicazione Giappone26 marzo 1988
Stati Unitisettembre 1988
Genere Azione, Sparatutto in prima persona
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma NES
Supporto Cartuccia
Periferiche di input Gamepad
Seguito da The Mafat Conspiracy

Golgo 13: Top Secret Episode (ゴルゴ13 第一章神々の黄昏 Gorugo Sātīn Dai-Isshō Kamigami no Tasogare?) è un videogioco d'azione[1] pubblicato su Nintendo Entertainment System nel 1988. Basato sul popolare manga Golgo 13, il giocatore prende il controllo dell'assassino Duke Togo (noto come "Golgo-13") nella sua missione di uccidere il leader del gruppo DREK.

Nel 1990 è stato rilasciato un sequel, intitolato The Mafat Conspiracy.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un elicottero esplode nei cieli di New York. A bordo trasportava l'ultima arma di guerra biologica sviluppata segretamente dalla CIA, il cui nome è "Cassandra-G". Un vaccino e i piani dell'arma sono stati rubati tra i rottami dell'elicottero. Nel corso delle indagini viene rinvenuto un bossolo sparato da un M16, arma con cui l'elicottero è stato abbattuto. L'indagine si conclude con l'attribuzione dell'attacco a Golgo-13, il super-cecchino che, secondo un altro rapporto della cia, sarebbe in contatto col KGB. In queste circostanze, il caso viene dichiarato un incidente, per poter cercare così l'arma rubata. Un rappresentante della organizzazione segreta internazionale, FIXER, porta un messaggio nel quale ritiene che la vicenda sia opera dell'Impero DREK e non di Golgo-13. Dopodiché, il rappresentante scompare. La situazione diventa sempre più misteriosa. Un uomo che si fa chiamare "Condor" accetta di aiutare il FIXER. A Berlino Est, perché Condor ha ricevuto alcune informazioni su Cassandra-G, CIA, KGB, e anche DREK stanno minacciando la sua vita. Su richiesta di FIXER, Golgo-13 entra in azione, assistito dal loro agente Cherry Grace: la missione è ottenere informazioni sul vaccino da Condor ed eliminare il leader del gruppo DREK.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

Il gameplay è un action a scorrimento con alcune sezioni sparatutto in prima persona. È necessario spostarsi e sparare attraverso numerosi labirinti in una visuale in prima persona, al fine di procedere attraverso il gioco, ma non tutti i labirinti hanno un'uscita. Il manuale di gioco contiene una mappa di ogni labirinto.

L'energia di Duke comincia a 200 e scende gradualmente; per ripristinarla ci sono diversi metodi, tra cui uccidere i nemici, che farà anche recuperare proiettili.

Nel compiere la sua missione, Duke dovrà attraversare numerose località, tra cui Berlino Est, Atene e l'isola Alessandro I in Antartide. Il gioco è diviso il 13 atti, ognuno dei quali prende nome da un film.

Gli atti sono destinati ad essere giocati come se si trattasse di un numero limitato di episodi in una serie televisiva: dopo 52 vite perse, infatti, il gioco si resetterà automaticamente, tornanto alla schermata di titolo.

Censura[modifica | modifica sorgente]

La politica di Nintendo of America del tempo portò molti titoli a subire censure più o meno pesanti prima del rilascio in territorio americano, e Golgo 13 non fu un'eccezione.
Nella versione giapponese l'organizzazione nemica, nota come "impero DREK", è in realtà il risorso regime nazista. Inoltre Smirk, leader di DREK e boss finale del gioco, è chiaramente una versione cyborg di Adolf Hitler. Uno dei file che Duke trova in Grecia è timbrato con una svastica, ovviamente rimossa nella versione americana. Inoltre nella versione occidentale Duke non è un assassino, ma un agente governativo.

Temi sessuali, violenza, fumo[modifica | modifica sorgente]

Golgo 13 è stato uno dei primi videogiochi per NES a contenere grafiche violente, scene di sesso e di assunzione di droge. Piuttosto insolito, visto che al tempo le severe linee guida di Nintendo of America impedivano il rilascio di tali contenuti sui suoi sistemi. Anche se le rappresentazioni sono state attenuate dalle controparti originali giapponesi e limitate dalla tecnologia 8-bit del NES, non è chiaro il motivo per cui questi contenuti sono stati rilasciati senza censure.

Per esempio, nei labirinti e nella parte in "modalità cecchino" a Berlino Est, i nemici sono mostrati brevemente sanguinare dalla testa quando vengono uccisi, nonostante il divieto di violenza grafica e sangue.

All'inizio della missione in Grecia, se il giocatore raggiunge tutti i luoghi corretti e poi torna indietro fino all'inizio del livello, un pacchetto di sigarette comparirà a terra. Avvicinandosi e raccogliendolo, Duke verrà mostrato nell'atto di fumare, e la sua salute verrà ripristinata.

La versione giapponese include una sequenza alternativa (che richiede al giocatore di "premere il tasto B e avere i bambini con lo sguardo lontano dallo schermo") in cui Cherry si toglie i vestiti, rimanendo con solo le mutandine addosso per qualche secondo.

Nel sequel, The Mafat Conspiracy, le scene sono ancora più dettagliate graficamente, prendendo in considerazione la tecnologia del tempo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ [1]
Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi