Glauco Cozzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Glauco Cozzi
Glauco Cozzi.jpg
Glauco Cozzi
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Direttore Tecnico (ex allenatore e difensore)
Squadra Flag yellow HEX-F8E854.svg A.S.D. Borussia (Direttore Tecnico)
Ritirato 1980 - giocatore
Carriera
Giovanili
Lazio
Squadre di club1
1970-1971ALMAS30 (?)
1971-1972Civitavecchia34 (?)
1972-1976Verona56 (2)
1976-1978Sambenedettese8 (2)
1978-1980Banco di Roma20 (0)
Carriera da allenatore
?-? 600px Rosso e Blu3-Flag.svg Fiumicino
?-? Monterotondo
?-? Cisco Roma
1990-1991Tuscania
2010-2011 600px Bianco e Rosso Strisce.svg Morolo Juniores
2011-2012 600px Rosso e Blu3-Flag.svg Fiumicino
2014-2017 Viola.svg Boreale Allievi regionali F.B.
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Carriera
Carriera da allenatore
2013-2014non conosciuta Play Time Monterotondo
 

Glauco Cozzi (Civitavecchia, 1º agosto 1951) è un dirigente sportivo, ex calciatore e allenatore di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili della Lazio, Cozzi ha iniziato la sua carriera facendosi le ossa nelle file dell'Almas Roma e del Civitavecchia.

Dalla stagione 1972.1973 alla stagione 1976-1977 ha militato nel Verona (3 stagioni in A e una in B), giocando come libero (suo ruolo naturale), difensore puro o laterale.

A seguire due stagioni nella Sambenedettese fra i cadetti prima di chiudere la parabola agonistica nel Banco di Roma.

In carriera ha totalizzato complessivamente 41 presenze e 2 reti in Serie A e 23 presenze e 2 reti in Serie B.:

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Intraprende l'attività di allenatore guidando diverse società nella categoria dilettanti come Fiumicino, Monterotondo e Cisco Roma. Nella stagione 1990-1991 allena il Tuscania nel campionato di Promozione Lazio fino alle 13ª giornata.

Nel 2004 gli viene diagnosticato un cancro alla gola[1] che lo costringe a interrompere temporaneamente la carriera di allenatore.

A dicembre del 2011, viene ingaggiato dal Fiumicino, nel campionato di Eccellenza Lazio, dove retrocede ai play out contro il Maccarese. Per la stagione 2013-14 ha guidato l'A.S.D. Play Time Monterotondo, squadra di calcio a 5. Dal 2014 al 2017 siede sulla panchina della squadra Allievi regionale dell'U.S Boreale.[2]

Dirigente Sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2017 è il direttore tecnico del A.S.D. Borussia (Roma).[3] [4] [5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Figurine Gialloblù (Raffaele Tomelleri - Ed Liederform - 2003
  • La raccolta completa degli Album Panini, La Gazzetta dello Sport, 1973-1974, pag. 63