Giovanni Balbi di Robecco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Balbi di Robecco
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, portiere
Carriera
Giovanili
1904 Genoa
Squadre di club1
1904-1905Genoa II2+ (1+)
1905Genoa2 (0)
1906-1909Genoa II? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Tennis Tennis pictogram.svg
Squadra Tennis Club Genova 1893
Carriera
Nazionale
Italia Italia
Singolare1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open -
Francia Roland Garros 3T (1926)
Regno Unito Wimbledon 1T (1922)
Stati Uniti US Open -
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 3T (1920)
Doppio1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti
Miglior ranking
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (1920)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 14 maggio 2012

Giovanni Balbi di Robecco, noto anche con il soprannome Mino (Genova, 19 novembre 1883Genova, 24 novembre 1964), è stato un calciatore e tennista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Appartenente ad una famiglia nobile[1] di origine alessandrina, infatti poteva fregiarsi del titolo di Conte, dopo una breve carriera calcistica con la maglia del Genoa, si dedicò al tennis dove ottenne i maggiori successi.

Morì a Genova il 24 novembre 1964 all'età di 81 anni.[2]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto calcisticamente nel Genoa, nel 1904 vinse con i rossoblu la Seconda Categoria, una sorta di campionato giovanile ante-litteram, battendo nella finale del 17 aprile 4 a 0 la squadra riserve della Juventus[3].

La stagione seguente è ancora tra le file della seconda squadra. Il 26 febbraio partecipa alla rotonda vittoria dei rossoblu per 4 a 0 contro l'Andrea Doria II che permise la vittoria nelle eliminatorie liguri.[4]

Al Genoa rimase per cinque stagioni, dove collezionò solo due presenze, fu impiegato nel ruolo di portiere e ala destra continuando a giocare soprattutto nella squadra riserve.

L'esordio ufficiale in prima squadra tra i rossoblu è datato 19 marzo 1905, nella vittoria esterna per tre a due contro l'US Milanese. In quella stagione si piazzò con il club ligure al secondo posto del Girone nazionale alle spalle dei campioni della Juventus.

Fu impiegato nell'amichevole inaugurale del nuovo campo sportivo di San Gottardo dell'8 dicembre 1907 contro l'equipaggio della nave britannica Canopic.[5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Genoa II: 1904

Tennista[modifica | modifica wikitesto]

Lasciato il calcio si dedicò al tennis, entrando nel Tennis Club Genova 1893, dove ottenne 9 titoli italiani, di cui 4 in singolare e 5 nel doppio. Vinse i campionati italiani assoluti di tennis in singolare del 1914, 1921, 1926 e 1927. In doppio ottenne il successo nel 1914, 1920, 1921, 1922 e 1926.[6]

Inoltre nel 1914 vinse il Torneo Internazionale di Napoli.[7]

Difese anche i colori dell'Italia con due presenze in Coppa Davis e la partecipazione alle Olimpiadi di Anversa 1920[8], non andando però a medaglie[9].

Vince nel 1922 il Torneo di Monte Carlo superando in finale e in tre set il francese Alain Gerbault.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Google libri
  2. ^ Corriere dello Sport 25 novembre 1964 Archiviato il 14 agosto 2010 in Internet Archive. emeroteca.coni.it
  3. ^ Fondazione Genoa
  4. ^ Padovano, p.54
  5. ^ Padovano, p.285
  6. ^ I Campioni Assoluti federtennis.it
  7. ^ Il Club tcnapoli.it
  8. ^ Storia Tennisclubgenova.it
  9. ^ sports-reference.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aldo Padovano, Accadde domani... un anno con il Genoa, Genova, De Ferrari, 2005, ISBN 88-7172-689-8.
  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, Genova, De Ferrari, 2008, ISBN 978-88-6405-011-9.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]