Campo sportivo di San Gottardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campo sportivo di San Gottardo
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneSan Gottardo - Genova
Inaugurazione1907
Chiusura1911
Mat. del terrenoerba per campo
Uso e beneficiari
CalcioGenoa (1907-1911)

Il campo sportivo di San Gottardo è stato un campo da calcio velodromo di Genova, situato nella frazione di San Gottardo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1907 il Genoa fu obbligato a lasciare il vecchio campo di Ponte Carrega poiché l'area in cui sorgeva sarebbe stata destinata dalle autorità cittadine allo sviluppo industriale (al posto dell'impianto sorse infatti un gasometro). Vieri Arnaldo Goetzlof, socio, dirigente e calciatore del sodalizio rossoblu si incaricò di trovare una località adatta per far sorgere un nuovo impianto sportivo, cosa che fece acquisendo a proprie spese il primo luglio dello stesso anno un terreno nella frazione San Gottardo del quartiere di Staglieno.[1]

Questo impianto benché più lontano dal centro del precedente era collegato alla città grazie alla linea tramviaria cittadina.[2]

Il campo venne inaugurato l'8 dicembre 1907 con una amichevole contro l'equipaggio della nave britannica Canopic. L'incontro terminò con la vittoria dei genoani per 2-1 che in quella occasione schierarono: Brunoldi, Storace, Queirolo, Cevasco, Ferraris, Castruccio, Marassi, Balbi, De Bruyn, Marengo e Goetzlof.[2]

L'impianto, troppo piccolo per l'esigenze del club, venne sostituito a partire dal 22 gennaio 1911 dal Campo di Marassi, il futuro Ferraris.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1907 VS. 1911 Transizione, su genoacfc.it. URL consultato il 9 maggio 2015.
  2. ^ a b c Padovano, p.285

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aldo Padovano, Accadde domani... un anno con il Genoa, Genova, De Ferrari, 2005, ISBN 88-7172-689-8.