Giacomo d'Aragona (1296-1334)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corona d'Aragona
Casa di Barcellona
Arms of Aragonese Monarchs (13th-15 centuries).svg

Alfonso II (1164 - 1196)
Pietro II (1196 - 1213)
Figli
Giacomo I (1213 - 1276)
Pietro III (I di Valencia) (1276 - 1285)
Alfonso III (I di Valencia)
Giacomo II (I di Sicilia)
Alfonso IV (II di Valencia)
Pietro IV (II di Valencia)
Giovanni I
Martino I (II di Sicilia)
Figli

Giacomo d'Aragona (29 settembre 1296Tarragona, luglio 1334) fu un principe aragonese ed erede al trono.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio del re Giacomo II di Aragona e della terza consorte Bianca di Napoli, figlia del re Carlo II d'Angiò.

Essendo il primogenito, Giacomo era destinato a ricevere la corona del Regno d'Aragona alla morte del padre. Il suo ruolo politico imponeva che si sposasse e generasse eredi. Vennero dunque avviate trattative matrimoniali tra l'Aragona e il confinante regno di Castiglia: venne infatti scelta per Giacomo la principessa Eleonora, figlia del re Ferdinando IV.

Le nozze si sarebbero tenute a Gandesa, in Catalogna, il 5 ottobre 1319.

Giacomo però, influenzato da Raimondo Lullo e Arnaldo da Villanova, vicino ai Francescani spirituali, rinunciò alla corona e al matrimonio per seguire la propria vocazione spirituale. Entrò quindi in convento sotto l'Ordine di Montesa, ordine creato da suo padre Giacomo II e particolarmente devoto alla Madonna.

Il posto di erede al trono reso vacante da Giacomo passò a suo fratello minore Alfonso che nel 1327 succedette al padre col nome di Alfonso IV. Alfonso dovette inoltre anche sposare la principessa Eleonora per non creare una crisi diplomatica con il regno di Castiglia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]