Gerard Johannes Nicolaus de Korte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gerard Johannes Nicolaus de Korte
vescovo della Chiesa cattolica
Gerard de korte.png
Coat of arms of Gerard Johannes Nicolaus de Korte.svg
Confidens in Christo
Titolo Boscoducale
Incarichi attuali Vescovo di Boscoducale
Incarichi ricoperti Vescovo ausiliare di Utrecht
Vescovo di Groninga-Leeuwarden
Nato 13 giugno 1955 (61 anni) a Vianen
Ordinato diacono 10 gennaio 1987 dal cardinale Adrianus Simonis
Ordinato presbitero 5 settembre 1987 dal cardinale Adrianus Simonis
Nominato vescovo 11 aprile 2001 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo 2 giugno 2001 dal cardinale Adrianus Simonis

Gerard Johannes Nicolaus de Korte (Vianen, 13 giugno 1955) è un vescovo cattolico olandese, dal 5 marzo 2016 vescovo di Boscoducale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Vianen, nell'arcidiocesi di Utrecht (oggi diocesi di Rotterdam), il 13 giugno 1955 .

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1974 si laurea alla Thijmcollege Alberdingk a Hilversum e nel 1980 alla Katholieke Universiteit Theologische a Utrecht. Compie gli studi filosofici e teologici presso la facoltà teologica di Utrecht; li conclude con un dottorato in teologia. Nel 1984 entra nel seminario dell'arcidiocesi di Utrecht.

Il 10 gennaio 1987 è ordinato diacono, nella cattedrale di santa Caterina ad Utrecht, dal cardinale Adrianus Simonis che il successivo 5 settembre lo ordina presbitero, nella chiesa di san Luigi.

Dallo stesso anno è vice-rettore dell'Ariënskonvikt di Utrecht, ne diviene rettore nel 1992; allo stesso tempo è il parroco della cattedrale. Dal 1999 è decano del Salland e canonico della cattedrale.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Mons. de Korte il 18 novembre 2012

L'11 aprile 2001 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo ausiliare di Utrecht e vescovo titolare di Cesarea di Mauritania[1]. Il 2 giugno successivo riceve l'ordinazione episcopale, nella cattedrale di santa Caterina ad Utrecht, dal cardinale Adrianus Simonis, coconsacranti il cardinale Johannes Willebrands ed il vescovo Johannes Antonius de Kok, O.F.M.

Il 18 giugno 2008 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo di Groninga-Leeuwarden[2]; succede a Willem Jacobus Eijk, precedentemente nominato arcivescovo metropolita di Utrecht. Il 13 settembre successivo prende possesso della diocesi.

Il 5 marzo 2016 papa Francesco lo nomina vescovo di Boscoducale[3]; succede ad Antonius Lambertus Maria Hurkmans, dimessosi per motivi di salute. Il 14 maggio prenderà possesso della diocesi, nella cattedrale di san Giovanni a 's-Hertogenbosch.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nomina di ausiliare di Utrecht (Paesi Bassi)
  2. ^ Nomina del vescovo di Groningen-Leeuwarden (Paesi Bassi)
  3. ^ Rinuncia del vescovo di 's-Hertogenbosch (Paesi Bassi) e nomina del successore

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo titolare di Cesarea di Mauritania Successore BishopCoA PioM.svg
Sergio Sebastiani 11 aprile 2001 - 18 giugno 2008 Stanislaus Tobias Magombo
Predecessore Vescovo di Groninga-Leeuwarden Successore BishopCoA PioM.svg
Willem Jacobus Eijk 18 giugno 2008 - 5 marzo 2016 sede vacante
Predecessore Vescovo di Boscoducale Successore BishopCoA PioM.svg
Antonius Lambertus Maria Hurkmans dal 5 marzo 2016 in carica