Paolo Giobbe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paolo Giobbe
cardinale di Santa Romana Chiesa
Kardinaal Giobbe (1958).jpg
Il cardinale Giobbe nel 1958
Coat of arms of Paolo Giobbe.svg
Haerere Christo
 
Incarichi ricoperti
 
Nato10 gennaio 1880, Roma
Ordinato presbitero4 dicembre 1904
Nominato arcivescovo30 marzo 1925 da papa Pio XI
Consacrato arcivescovo26 aprile 1925 dal cardinale Pietro Gasparri
Creato cardinale15 dicembre 1958 da papa Giovanni XXIII
Deceduto14 agosto 1972, Roma
 

Paolo Giobbe (Roma, 10 gennaio 1880Roma, 14 agosto 1972) è stato un cardinale italiano della Chiesa cattolica, nominato da papa Giovanni XXIII.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Roma il 10 gennaio 1880.

Svolse la carriera nella diplomazia vaticana: dal 1935 al 1958 fu internunzio all'Aja.

Papa Giovanni XXIII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 15 dicembre 1958.

Fu cardinalis patronus del Sovrano Militare Ordine di Malta.

Partecipò al Concilio Vaticano II e fu vicepresidente della Commissione liturgica[1].

Morì il 14 agosto 1972 all'età di 92 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Balì Gran Croce di Onore e di Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Balì Gran Croce di Onore e di Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— 31 gennaio 1964[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia del Cristianesimo 1878-2005, Vol V-Il concilio Vaticano II, Periodici San Paolo, 2005, Milano, p.186
  2. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Paolo Giobbe, in Catholic Hierarchy, David M. Cheney. Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàVIAF (EN288623722 · ISNI (EN0000 0003 9418 8245 · GND (DE1084147602 · WorldCat Identities (EN288623722