George William Mundelein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
George William Mundelein
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinal George Mundelein.tiff
Il cardinale Mundelein in una foto scattata il 18 novembre 1932
Coat of arms of George William Mundelein.svg
Dominus adjutor meus
Incarichi ricoperti
Nato 2 luglio 1872, New York
Ordinato presbitero 8 giugno 1895 dal vescovo Charles Edward McDonnell
Nominato vescovo 30 giugno 1909 da papa Pio X (poi santo)
Consacrato vescovo 21 settembre 1909 dal vescovo Charles Edward McDonnell
Elevato arcivescovo 9 dicembre 1915 da papa Benedetto XV
Creato cardinale 24 marzo 1924 da papa Pio XI
Deceduto 2 ottobre 1939, Mundelein

George William Mundelein (New York, 2 luglio 1872Mundelein, 2 ottobre 1939) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a New York il 2 luglio 1872. Fu vescovo ausiliare di Brooklyn e, dal 1915 alla morte, arcivescovo di Chicago.

Papa Pio XI lo elevò al rango di cardinale presbitero nel concistoro del 24 marzo 1924, con il titolo cardinalizio di Santa Maria del Popolo. Ebbe risonanza in campo internazionale la sua feroce presa di posizione contro il Nazismo, per cui Mundelein definì Hitler "un pazzo imbianchino", dichiarazioni per le quali era stato elogiato da Papa Pio XI[1].

Morì il 2 ottobre 1939 all'età di 67 anni.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN75198972 · ISNI (EN0000 0000 8155 6166 · LCCN (ENn82087701 · GND (DE136826253 · BNF (FRcb171416706 (data) · ULAN (EN500270804 · BAV ADV10976187