Gozzo (Creta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gavdos)
Gozzo o Gaudo
comune
(EL) Gavdos - Γαύδος
Gozzo o Gaudo – Veduta
Un tratto della costa di Gozzo, sullo sfondo Creta
Localizzazione
Stato Grecia Grecia
Periferia Creta
Unità periferica La Canea
Territorio
Coordinate 34°51′N 24°05′E / 34.85°N 24.083333°E34.85; 24.083333 (Gozzo o Gaudo)Coordinate: 34°51′N 24°05′E / 34.85°N 24.083333°E34.85; 24.083333 (Gozzo o Gaudo)
Altitudine 98 m s.l.m.
Superficie 33 km²
Abitanti 150 (2011)
Densità 4,55 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 73001
Prefisso 28230
Fuso orario UTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Grecia
Gozzo o Gaudo
Gozzo o Gaudo
Gozzo o Gaudo – Mappa
Gozzo nella prefettura della Canea

Gozzo[1][2][3][4][5] o Gaudo (in greco Γαύδος Gavdos), è la più meridionale delle isole della Grecia, situata a sud dell'isola di Creta, nel mar Mediterraneo e più precisamente nel mar Libico.

L'isola, precisamente Capo Tripiti, è anche il punto più meridionale dell'Europa, e, fino al 2004, prima dell'adesione della Repubblica di Cipro, anche dell'Unione europea.

È situata 26 miglia nautiche a sud di Hora Sfakion e ha una superficie di circa 30 km². È lunga 10 chilometri e larga 5. Dal punto di vista amministrativo è un comune della periferia di Creta (unità periferica di La Canea) con 98 abitanti al censimento 2001[6], che ne fanno il più piccolo comune del paese in termini di popolazione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Per il poeta Callimaco era l'antica Ogigia, abitata da Calipso, citata da Omero nell'Odissea. I Veneziani la indicavano come "Gozo" o "Gaudos". Nel corso degli anni trenta, il dittatore Joannis Metaxas ci spediva i suoi nemici al confino. Uno di loro, Joannis Mathioudakis, lasciò scritto:

« Turista straniero, che in futuro visiterai questa splendida isola, sappi che noi vi soggiorniamo perché privi di libertà »

Le vecchie case dei deportati sono ancora visibili nei pressi di Sarakiniko.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Intorno al 1890 gli isolani erano 500. Ogni trenta abitanti c'è una chiesa: ci sono infatti 17 chiese sparse un po' ovunque nel territorio. E in tutte si tengono funzioni, anche se nell'isola c'è un solo parroco.

La scuola elementare comprende due studenti, la media quattro. A Gozzo gli abitanti hanno vissuto per secoli in abitazioni molto piccole, a un solo piano: di fianco la stalla, al centro il cucinone che serviva anche da camera da letto, sull'altro lato il magazzino per gli attrezzi; vicinissimo, quasi attaccato alle mura, l'orto coltivato.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Un servizio di traghetti regolare permette di aggiungere l'isola dalle città cretesi di Sfakia, Paleohora e Plakias. D'estate il collegamento è assicurato tutti i giorni della settimana.

Sull'isola c'è un servizio di autobus che, dal porto di Karave, permette di raggiungere le principali località. Il servizio dal porto di Karave fino ai villaggi o alle spiagge è assicurato anche da alcuni trattori che trascinano carrelli ove vengono sistemati passeggeri e bagagli.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il centro più importante dell'isola è Kastri, villaggio prevalentemente rurale; il porto ha sede a Karavè, gruppo di poche case; altri piccoli centri abitati sono Vatsianà, il più meridionale, e Ampelos. Presso le spiagge di Sarakiniko e Korfos si trovano poche case e alcune taverne.

Poco lontano si trova l'isolotto di Antigozzo (Gavdopoula - Γαυδοπούλα), raggiungibile solo tramite servizio di battelli privati. Di grande rilievo paesaggistico è il capo Tripitì, nell'estremo sud dell'isola, il punto più meridionale d'Europa.

Sull'isola si trovano in particolare pineti e boschi di ginepro. Numerosi cedreti di tipo mediterraneo si trovano nelle zone limitrofe di Sarakiniko e Lavraka. Esiste inoltre grande quantità di fauna selvatica caratteristica; uccelli da passo e stanziali: quaglie, tortore, gufi, civette, falchi. Fino a pochi decenni fa esistevano sull'isola migliaia di pecore, oggi se ne contano appena qualche decina a causa del grosso sfruttamento pastorizio.[senza fonte]. Le vipere o gli scorpioni presenti sull'isola, tipici della fauna mediterranea, non sono pericolosi per l'uomo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Atlante Zanichelli, p.19
  2. ^ Cfr. "Gòzzo (Grecia)" nell'enciclopedia Sapere.
  3. ^ Cfr. il toponimo Gozzo in Atlante Geografico d'Europa - Touring Club, 2007, tav. 52.
  4. ^ Atlas. L'atlante geografico de Agostini, Istituto geografico de Agostini, Novara 1993, p. 113.
  5. ^ Cfr. il toponimo Gozzo in Atlante Geografico. Fisico - politico - economico - Paravia, Torino, 1975, tav. 34.
  6. ^ Censimento 2001 (XLS), ypes.gr. URL consultato il 4 aprile 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN241924159 · GND: (DE7858445-0