Gérard d'Houville

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marie de Heredia posa per un ritratto nell'atelier di Jacques-Émile Blanche

Marie Louise Antoniette de Hérédia, conosciuta con lo pseudonimo di Gérard d' Houville (Parigi, 20 dicembre 1875Parigi, 6 febbraio 1963), è stata una scrittrice francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del famoso poeta José Maria de Heredia e sposa dello scrittore Henri de Régnier, fin da bambina frequentò poeti ed artisti. Cominciò a scrivere versi fin dalla più tenera età, pubblicandoli sulle riviste dell'epoca con la firma ***. Solo più tardi ella avrebbe preso lo pseudonimo maschile di Gérard d'Houville, dal cognome di sua madre.

Era una donna dotata di una fulgida bellezza e di una personalità vitale ed inquieta, che l'avrebbe portata ad avere una vita sentimentale e familiare piuttosto burrascosa: ebbe diversi amanti, tra cui Pierre Louÿs (padre naturale di suo figlio) e Gabriele D'Annunzio. Il suo primo romanzo, L'Inconstante (1903), le diede grande successo, tanto da spingerla a pubblicare una lunga e fortunata serie di opere in prosa. Nel 1918 le venne conferito il Gran premio di letteratura dell'Accademia francese, per l'insieme della sua opera letteraria.

Dopo la morte del figlio, avvenuta nel 1943, la scrittrice si sarebbe ritirata dalla scena pubblica.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • L'Inconstante (1903)
  • L'Esclave (1905)
  • Le Temps d'aimer (1908)
  • Le Séducteur (1914)
  • Jeune Fille (1916)
  • Tant pis pour toi (1921)
  • Les poésies de Gérard d'Houville (1930)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95191829 · ISNI (EN0000 0000 8167 8809 · LCCN (ENno90016297 · GND (DE118937995 · BNF (FRcb121085180 (data) · NLA (EN36026857 · BAV ADV12186987