Henri Duvernois

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Henri Duvernois

Henri Duvernois, pseudonimo di Henri Simon Schwabacher (Parigi, 4 marzo 1875Parigi, 30 gennaio 1937), è stato uno scrittore, drammaturgo, sceneggiatore, librettista e critico letterario francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Parigi da padre ungherese, di professione commerciante di diamanti, e da madre olandese. All'età di undici anni rimase orfano di padre. Iniziò a lavorare a 17 anni, subito dopo le scuole medie superiori, come segretario della Bibliothèque Charpentier, una casa editrice di classici. Divenne poi giornalista (Le Matin, Fémina, Comoédia, Candide, L'Illustration). Cominciò a scrivere novelle su suggerimento di Catulle Mendès. Raggiunse la notorietà nel 1902 con il romanzo Le roseau de fer. Fu amico di Marcel Proust.

Henri Duvernois è stato uno scrittore prolifico, multiforme e fortunato, narratore abile e moralista bonario, anche se forse un po' superficiale; è ricordato soprattutto per la sua attività di romanziere di ispirazione realistica. Diresse fra l'altro per l'editore Arthème Fayard la rivista letteraria "Les Oeuvres libres" dove apparvero fra l'altro alcuni scritti di Proust.

Opere (Selezione)[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1902 : Le roseau de fer
  • 1908 : Crapotte
  • 1911 : La bonne infortuné
  • 1912 : Le veau gras
  • 1914 : Faubourg Montmartre
  • 1922 : La Fugue
  • 1923 : Le Roman des quatre, in collaborazione con Paul Bourget, Pierre Benoît e Gérard d'Houville
  • 1926 : Morte la bête
  • 1927 : Maxime
  • 1929 : Faubourg Montmartre
  • 1929 : La bête rouge
  • 1936 : L'homme qui s'est retrouvé
  • 1941 : Les Soeurs Hortensias

Raccolte di novelle[modifica | modifica wikitesto]

  • 1909 : Les marchandes d'oubli
  • 1911 : Les demoiselles de perdition
  • 1922 : La lune de fiel

Commedie[modifica | modifica wikitesto]

Libretti di operette[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiature cinematografiche[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64193893 · ISNI (EN0000 0001 1658 8724 · LCCN (ENn90638560 · GND (DE10233272X · BNF (FRcb13925580m (data)