Found

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Found
Titolo originaleFound
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2012
Durata103 min
Rapporto2,35 : 1
Generethriller, drammatico, orrore
RegiaScott Schirmer
SoggettoTodd Rigney
SceneggiaturaTodd Rigney e Scott Schirmer
ProduttoreLeya Taylor e Damien Wesner
Produttore esecutivoScott Schirmer (non accreditato)
Casa di produzioneForbidden Films
FotografiaLeya Taylor
MontaggioScott Schirmer
Effetti specialiShane Beasley, Kirk Chastain, Arthur Cullipher e Leya Taylor
Interpreti e personaggi

Found è un film del 2012 diretto da Scott Schirmer e basato sul romanzo omonimo di Todd Rigney.

October People ha acquisito i diritti di distribuzione nel 2014 dopo che il film è stato proiettato in vari festival cinematografici.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Marty è un ragazzino di 12 anni molto timido e per questo bullizzato a scuola, soprattutto da Marcus, ragazzino di colore. Le sue uniche consolazioni sono i film horror, di cui è appassionato, ed il suo migliore amico David, l'unica persona con cui divide il tempo e trascorre dei momenti di divertimento. I bulli perseguitano tuttavia Marcus ovunque vada, anche in chiesa. A casa le cose non vanno tanto meglio: il padre di Marty è un fiero razzista, ma soprattutto suo fratello maggiore è una persona fortemente disadattata a livello sociale, e litiga costantemente con suo padre per questo. C'è tuttavia qualcosa che soltanto Marcus sa: suo fratello Steve è un serial killer, e ogni settimana nasconde la testa di una donna nera decapitata all'interno del suo armadio.

Dopo aver subito l'ennesimo atto di bullismo a scuola da parte di Marcus, Marty torna a casa e si dirige nella camera del fratello: giacché l'armadio è vuoto, il bambino cerca un altro diversivo ed indossa una maschera da gas mentre ascolta della musica dallo stereo di Steve. Quando quest'ultimo rientra e si arrabbia con Marty, il ragazzino gli racconta cos'è successo a scuola: Steve promette allora che penserà lui a risolvere il problema. Successivamente, Marty e David si recano al noleggio di VHS e decidono di affittarne una intitolata Headless: la custodia è tuttavia vuota. Tornati a casa di Marty, i due bambini scoprono che la VHS è stata rubata da Steve e decidono così di visionarla: Marty si rende conto immediatamente che il film è stato d'ispirazione a Steve per il suo modus operandi da assassino, e questo gli causa una reazione di profondo fastidio.

Resosi conto del disagio dell'amico, David inizia ad insinuare che Marty sia in realtà gay ed innamorato di lui, e che quello sarebbe stato l'ultimo giorno in cui si sarebbero visti perché non voleva più avere a che fare con uno come lui. Arrabbiato, Marty vuole dimostrargli di non essere meno coraggioso di lui e lo conduce quindi nella camera di Steve: qui i due scoprono la testa di Marcus nell'armadio. David ne è inorridito, si sente male e chiede di tornare a casa da sua madre. Steve si rende immediatamente conto di cosa è successo, e così affronta il fratellino nel bagno di un cinema, minacciandolo di uccidere David qualora questi dovesse rivelare qualcosa. Steve rivela a Marty che le sue vittime sono soltanto gli afroamericani, che lui considera inferiori, e che comunque non farebbe mai del male al suo fratellino.

La domenica successiva, per la prima volta Marty reagisce contro un bullo picchiandolo appena dopo la funzione religiosa. Sua madre vorrebbe che lui chiedesse scusa al bullo, ma Marty si rifiuta, ed accusa i suoi genitori di non essere mai stati in grado di proteggerlo. Tornato a casa, il bambino affronta entrambi i suoi genitori, ma Steve interviene per difenderlo dall'ira di suo padre. Ne nasce una colluttazione fisica in cui Steve ha la meglio, ed a quel punto il padre lo caccia di casa. Il ragazzo va via, ma promette vendetta. Steve torna di notte, dopo che Marty se l'è cavata semplicemente con il divieto di cenare: il ragazzo chiede aiuto a Marty per un piano misterioso, ma questi si rifiuta. Quando suo padre esce in giardino per affrontarlo, però, Steve lo tramortisce con una pala per poi immobilizzare sua madre e l'amato fratellino.

A quel punto, Steve stupra sua madre sotto gli occhi impotenti di Marty e suo padre, e poi la uccide. Il padre urla disperato, intima Steve di battersi con lui come "un vero uomo", ma questi risponde che questa volta le cose sarebbero andate come vuole lui, e lo uccide. A questo punto, Steve è convinto di aver agito per il bene di suo fratello, ma quando Marty scoppia a piangere capisce che non è così. Dopo avergli intimato più volte di smettere di piangere, Steve impazzisce ancora di più. Il giorno dopo, mentre Steve è completamente ricoperto di sangue e cammina fuori casa, Marty si risveglia e scopre di essere ancora legato, nonché circondato dai corpi mutilati dei suoi genitori. Il chiodo fisso di Marty ora è se qualcuno riuscirà a trovarlo prima che sia troppo tardi.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto recensioni positive. Patrick Dolan di Rue Morgue ha scritto che "[a]nche se questo racconto coming-of-age inizia come una lettera morbosa amore passato di orrore (come una versione 1990 di Joe Dante ‘s Matinee), si trasforma abilmente in un film horror a metà strada e scatena alcune gravi paure."[2] Anche Bloody Disgusting ha elogiato il film, che hanno ritenuto sfruttare al massimo il suo budget ridotto e "impressiona su una varietà di livelli".[3]

Censura[modifica | modifica wikitesto]

Found è stato vietato in Australia dalla Australian Classification Board per "raffigurazioni prolungate e dettagliate di violenza sessuale". Il film è stato successivamente pubblicato su DVD, ma sono stati tagliati circa due minuti di film.[4] La versione del DVD del Regno Unito ha un taglio di 98 secondi.[5] Finora solo il DVD "Unrated" degli Stati Uniti e la versione Blu-Ray e la "Limited Uncut Collector's Edition" austriaca contenente sia il DVD che il Blu-ray non sono stati tagliati.[6]

Headless[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Headless.

Nel luglio 2014 è stato annunciato che Headless, il film nel film di Found, sarebbe stato trasformato in un vero e proprio lungometraggio. Arthur Cullipher, supervisore degli effetti speciali e produttore associato di Found, ha diretto il film.[7] Il film è stato finanziato da donatori di Kickstarter,[8] e la prima proiezione ad un festival è stata nel febbraio 2015 ad Indianapolis.[9]

Citazioni cinematografiche[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[10][modifica | modifica wikitesto]

  • 2013 - Molins Film Festival
    • Audience Award al miglior film
    • Jury Prize al miglior film
    • Jury Prize al miglior attore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gingold, Michael, Big brother is killing you: Award-winning "FOUND" finds distribution, Fangoria, 27 febbraio 2014.
  2. ^ Dolan, Patrick, Blood on a Budget Hits the Festivals, Rue Morgue, 1º maggio 2013. URL consultato il 5 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 7 giugno 2014).
  3. ^ Pat Torfe, [BD Review] ‘Found’ Showcases Great Acting, Disturbing Story, Bloody Disgusting. URL consultato il 13 agosto 2014.
  4. ^ Found (2012), Refused Classification.
    Found erscheint jetzt doch in Australien: Allerdings um 7 Minuten geschnitten. Schnittberichte.com, 1 Settembre 2014.
  5. ^ Found: Monster Pictures. Schnittberichte.com, 11 Settembre 2014.
  6. ^ “Found” — comparing U.S. DVD with Austrian Blu-ray. 1 Maggio 2015.
  7. ^ Found’s ‘Headless’ Is On Its Way To Becoming A Depraved Feature-Length Delight, su ihorror.com, 30 giugno 2014.
  8. ^ Kickstarter: Headless, su kickstarter.com.
  9. ^ IMDb: Release info.
  10. ^ Found - Awards, IMDb.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema