Il mostro dei cieli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il mostro dei cieli
Titolo originale The Giant Claw
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1957
Durata 75 min
Colore B/N
Audio 1,85 : 1
Genere fantascienza
Regia Fred F. Sears
Sceneggiatura Samuel Newman, Paul Gangelin
Produttore Sam Katzman
Casa di produzione Clover Productions
Distribuzione (Italia) CEIAD Columbia (1958)
Fotografia Benjamin H. Kline
Montaggio Anthony DiMarco, Sam A. Goodkind
Effetti speciali Ralph Hammeras, George J. Teague
Musiche Mischa Bakaleinikoff
Scenografia Paul Palmentola
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il mostro dei cieli (The Giant Claw) L' "artiglio gigante" (traduzione letterale del titolo originale) è un film di fantascienza del 1957 diretto dal regista Fred F. Sears.

La «creatura» gigantesca che compare nel film, è considerata generalmente uno dei giant-monster più grotteschi e trash mai apparsi sugli schermi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Si narra di un mostruoso, gigantesco volatile proveniente dagli spazi siderali, protetto da uno schermo di antimateria che lo rende praticamente inattaccabile dalle armi convenzionali, che terrorizza il mondo con le sue incursioni e scorribande.

Inizialmente la terrificante creatura renderà la vita difficile ai buoni di turno, ma, come sempre, alla fine il bene trionferà, e i nostri eroi riusciranno a mettere a punto, giusto in tempo per evitare che il bieco pennuto produca danni peggiori ed irrimediabili, un'arma che riuscirà a smaterializzare lo schermo che lo protegge, e di conseguenza finalmente a mettere definitivamente fuori combattimento anche il terribile uccellaccio.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Da segnalare l'inadeguatezza degli effetti speciali, lontani anche da quelli che potevano essere considerati gli standard dell'epoca. La storia si svolge tra scenari di cartapesta finti e posticci sui quali il terribile uccellaccio sfoga le sue ire.

Il "mostro", che nelle intenzioni degli sceneggiatori avrebbe dovuto suscitare terrore negli spettatori, a causa del suo aspetto, tutto ciò che riesce a suscitare, nella migliore delle ipotesi, è una pesante ilarità.

L'aspetto del mostro va attribuito al produttore Katzman, in grado, con budget irrisori, di produrre un buon numero di film all'anno perfetti per il pubblico che affollava i drive-in all' epoca.

Ogni argomento era buono pur di risparmiare denaro e così fu anche per il Mostro dei cieli., e poiché alcuni suoi collaboratori gli avevano detto che in Messico vi era una ditta specializzata nella realizzazione di effetti speciali, molto valida, ma con prezzi bassissimi, Katzman stralciò immediatamente dal copione tutta la parte relativa al mostro ed agli scenari modellistici in cui il medesimo interagiva con treni, auto ecc. e delegò alla ditta messicana non solo le realizzazioni in miniatura, ma anche tutte le riprese ad esse connesse[senza fonte].

In seguito sarebbero state aggiunte alle parti girate negli Stati Uniti in fase di montaggio, e tale prassi in effetti venne seguita alla lettera.

Il problema nacque quando fu visionato il materiale messicano, tutti rimasero allibiti dalla poca qualità delle realizzazioni effettuate, ma Katzman invece, anche se arrabbiatissimo, le fece montare integrandole al materiale americano, poiché non era intenzionato a perdere neanche un centesimo.

Il risultato dell' operazione è che, nonostante il flop, ancora oggi tale pellicola viene considerata un cult da un certo numero di appassionati.

Quanto fosse problematico presentarlo al pubblico lo dimostrano le relative locandine cinematografiche, nelle quali il mostro non appare mai completamente, ma tutt'al più se ne vedono le zampe e le ali.

"The Giant Claw" è considerato da taluni critici cinematografici il peggior film di fantascienza degli anni cinquanta.

Il film è stato un flop anche nel mercato dei video, con soltanto due rilasci ufficiali VHS (uno negli Stati Uniti attraverso Goodtimes Home Video e l'altro attraverso Screamtime nel Regno Unito). Columbia Pictures ha rilasciato ufficialmente il film su DVD nel mese di ottobre del 2007, per celebrare la Horror Collection.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Il mostro dei cieli in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.