Expedition 42

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Expedition 42
ISS Expedition 42 Patch.svg
Statistiche missione
Nome missioneExpedition 42
Inizio missione10 novembre 2014
Fine missione11 marzo 2015
Membri equipaggio6
Lancio e rientro
Data di lancio10 novembre 2014
Luogo di lancioCosmodromo di Bajkonur, Kazakistan
Velivoli utilizzatiSojuz TMA-14M, Sojuz TMA-15M
Data di atterraggio11 marzo 2015
Fotografia dell'equipaggio
Expedition 42 crew portrait.jpg
Missioni Expedition
PrecedenteSuccessiva
Expedition 41 Expedition 43
Le date sono espresse in UTC

Expedition 42 è la 42ª missione di lunga durata verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Ha avuto inizio a novembre 2014 ed è terminata a marzo 2015. La missione ha portato nello spazio la prima astronauta donna italiana, Samantha Cristoforetti.

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Ruolo Novembre 2014 Novembre 2014 – Marzo 2015
Comandante Stati Uniti Barry Wilmore, NASA
Secondo volo
Ingegnere di volo 1 Russia Aleksandr Samokutjaev, Roscosmos
Secondo volo
Ingegnere di volo 2 Russia Elena Serova, Roscosmos
Primo volo
Ingegnere di volo 3 Russia Anton Škaplerov, Roscosmos
Secondo volo
Ingegnere di volo 4 Italia Samantha Cristoforetti, ESA
Primo volo
Ingegnere di volo 5 Stati Uniti Terry Virts, NASA
Secondo volo

Fonte: ESA[1]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Manifesto della missione realizzato dall'equipaggio della ISS Expedition 42 in onore della serie "Guida galattica per autostoppisti".

Una versione romanzata di Expedition 42 è contenuta nel film Gravity del 2013. L'equipaggio, mai mostrato, è costretto ad evacuare la Stazione Spaziale Internazionale in una capsula Sojuz prima dell'arrivo di detriti orbitali.

Poiché nell'universo fantascientifico di Douglas Adams il numero 42 è la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l'universo e tutto quanto, il poster della NASA dedicato alla spedizione è in tema con la Guida galattica per gli autostoppisti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ESA, 42 è la risposta, su esa.int.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Astronautica