Expedition 43

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Expedition 43
Statistiche missione
Nome missioneExpedition 43
Inizio missione11 marzo 2015
Fine missione11 giugno 2015
Membri equipaggio6
Lancio e rientro
Data di lancio11 marzo 2015
Velivoli utilizzatiSojuz TMA-15M, Sojuz TMA-16M
Data di atterraggio11 giugno 2015
Velivoli utilizzatiSojuz TMA-15M, Sojuz TMA-16M
Fotografia dell'equipaggio
Expedition 43 crew portrait.jpg
(s-d) Padalka, Kelly, Shkaplerov, Cristoforetti, Kornienko, Virts
Missioni Expedition
PrecedenteSuccessiva
Expedition 42 Expedition 44
Le date sono espresse in UTC

Expedition 43 è la quarantatreesima missione verso la Stazione Spaziale Internazionale. È cominciata l'11 marzo 2015 con l'undocking della Sojuz TMA-14M che ha riportato a casa l'equipaggio dell'Expedition 42. Il termine della spedizione, pianificato per la metà di maggio 2015, è stato posticipato all'11 giugno a causa di un incidente alla navetta di rifornimento Progress M-27M.[1]

Equipaggio[modifica | modifica wikitesto]

Ruolo Marzo 2015 Marzo – Giugno 2015
Comandante Stati Uniti Terry Virts, NASA
Secondo volo
Ingegnere di volo 1 Russia Anton Škaplerov, Roscosmos
Secondo volo
Ingegnere di volo 2 Italia Samantha Cristoforetti, ESA
Primo volo
Ingegnere di volo 3 Russia Gennadij Padalka, Roscosmos
Quinto volo
Ingegnere di volo 4 Russia Michail Kornienko, Roscosmos
Secondo volo
Ingegnere di volo 5 Stati Uniti Scott Kelly, NASA
Quarto volo
Fonte
Spacefacts[2]

Jurij Valentinovič Lončakov doveva essere originariamente l'ingegnere di volo 3. Tuttavia, si è dimesso dall'Agenzia spaziale russa il 6 settembre 2013, per iniziare a lavorare alla Gazprom.[3] Lonchakov doveva essere originariamente anche il comandante della Expedition 44.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Samantha's longer stay on Space Station, su esa.int, ESA. URL consultato il 15 maggio 2015.
  2. ^ Spedizione imminente della ISS, su spacefacts.de, Spacefacts. URL consultato il 16 marzo 2013.
  3. ^ (EN) Russian cosmonaut due to command a flight to International Space Station quits to work for a gas company 'because his wife wants him to earn more money', su dailymail.co.uk, DailyMail. URL consultato il 29 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica