Everybody Knows This Is Nowhere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Everybody Knows This Is Nowhere
Artista[[Neil Young|Neil Young & Crazy Horse]]
Tipo albumStudio
Pubblicazione14 maggio 1969[1]
pubblicato negli Stati Uniti
Durata40:29
Dischi1
Tracce7
GenereRock
EtichettaReprise Records (RS 6349)
ProduttoreDavid Briggs e Neil Young
RegistrazioneHollywood al Wally Heider Recording Studios e al Sunwest Recording Studios
FormatiLP / CD
Certificazioni
Dischi d'oroStati Uniti Stati Uniti (1)[2]
(vendite: 500 000)
Dischi di platinoStati Uniti Stati Uniti (1)[3]
(vendite: 1 000 000)
Neil Young & Crazy Horse - cronologia
Album precedente
(1969)
Album successivo
(1970)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 5/5 stelle[4]
Robert Christgau B+[5]
Storia della musica 10/10 stelle[6]
Sputnikmusic 4.5 (Superb)[7]
Piero Scaruffi 8/10 stelle[8]
Ondarock 7.5/10 stelle (Disco consigliato)[9]
Dizionario del Pop-Rock 4/5 stelle[10]
24.000 dischi 4/5 stelle[11]

Everybody Knows This Is Nowhere è il secondo album di Neil Young, pubblicato nel 1969.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Registrato nello stesso anno dell'album di esordio (Neil Young) se ne discosta nettamente dal punto di vista musicale.

L'incontro con i Rockets, ribattezzati Crazy Horse, ispira un country-rock elettrico e tirato, dove spiccano le chitarre dello stesso Neil Young e Danny Whitten. Esempio ne è Cowgirl in the Sand, uno dei pezzi più conosciuti del cantautore canadese, con i suoi dieci minuti di chitarre lancinanti è l'archetipo di un genere di canzoni che verrà chiamato "cavalcata elettrica", uno degli stili distintivi di Young, che in seguito segnerà indelebilmente brani come "Cortez the Killer" (1975) e "Like a Hurricane"(1977) veri capolavori del genere.

La voluta imperfezione è la caratteristica dell'album. Le lunghe Cowgirl in the Sand e Down by the River furono eseguite con un "tocco approssimativo" ma mai banale che tornerà spesso nei dischi successivi. Questi due, insieme con Cinnamon Girl, sono i pezzi più famosi dell'opera, amati anche dagli appassionati di chitarra per i loro notevoli assoli. Neil Young ha raccontato come abbia composto i tre pezzi sopra citati nello stesso giorno, quando era a letto per un attacco di febbre quasi a 40°.

Running Dry (Requiem for the Rockets) è un brano particolare: non se ne trovano altri simili nella discografia younghiana; è molto elegiaco e con l'uso del violino straziante ricorda i Velvet Underground.

L'album darà inizio al dualismo di Neil Young, che nel futuro alternerà album elettrici con un gruppo spalla (principalmente i Crazy Horse) con altri in cui assumerà le vesti di un cantautore, coadiuvato da strumentisti da studio.

Nel 2012 la rivista Rolling Stone l'ha inserito al 210º posto della sua lista dei 500 migliori album di sempre[12].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

LP[modifica | modifica wikitesto]

Lato A
  1. Cinnamon Girl – 2:58 – Registrato il 20 marzo 1969 al Wally Heider Recording Studios, Hollywood, CA
  2. Everybody Knows This Is Nowhere – 2:26 – Registrato il 23 gennaio 1969 al Wally Heider Recording Studios, Hollywood, CA
  3. Round & Round (It Won't Be Long) – 5:49 – Registrato il 24 marzo 1969 al Sunwest Recording Studios, Hollywood, CA
  4. Down by the River – 9:13 – Registrato il 17 gennaio 1969 al Wally Heider Recording Studios, Hollywood, CA
Lato B
  1. The Losing End (When You're On) – 4:03 – Registrato il 20 marzo 1969 al Wally Heider Recording Studios, Hollywood, CA
  2. Running Dry (Requiem for the Rockets) – 5:30 – Registrato il 20 marzo 1969 al Wally Heider Recording Studios, Hollywood, CA
  3. Cowgirl in the Sand – 10:30 – Registrato il 18 gennaio 1969 al Wally Heider Recording Studios, Hollywood, CA

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note aggiuntive

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Album

Anno Classifica Posizione
raggiunta
1970 Billboard 200 Stati Uniti 34[14]

Singoli

Anno Titolo del brano Classifica Posizione
raggiunta
1970 Cinnamon Girl Billboard Hot 100 Stati Uniti 55[15]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il brano Everybody Knows This Is Nowhere compare nella colonna sonora del film Quasi famosi (2000), nella scena in cui il protagonista William Miller e il chitarrista Russell Hammond giungono ad una festa, alla quale sono stati invitati da alcuni fans del secondo[16].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Everybody Knows This Is Nowhere by Neil Young with Crazy Horse, su rateyourmusic.com. URL consultato il 12 luglio 2019.
  2. ^ https://www.riaa.com/gold-platinum/?tab_active=default-award&se=Neil+Young#search_section
  3. ^ https://www.riaa.com/gold-platinum/?tab_active=default-award&se=Neil+Young#search_section
  4. ^ (EN) Everybody Knows This Is Nowhere, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 luglio 2019. Modifica su Wikidata
  5. ^ (EN) Robert Christgau: CG: Neil Young, su robertchristgau.com.
  6. ^ Neil Young - Everybody Knows This Is Nowhere, su storiadellamusica.it.
  7. ^ (EN) Neil Young - Everybody Knows This Is Nowhere, su sputnikmusic.com.
  8. ^ Neil Young, su scaruffi.com.
  9. ^ Neil Young, su ondarock.it.
  10. ^ Enzo Gentile e Alberto Tonti, Dizionario del Pop-Rock, Baldini & Castoldi, 1999, p. 1098.
  11. ^ Riccardo Bertoncelli e Chris Thellung, 24.000 dischi, Zelig, 2005, p. 1127.
  12. ^ 500 Greatest Albums of All Time - Rolling Stone, su rollingstone.com. URL consultato il 12 luglio 2019.
  13. ^ Note di copertina di Everybody Knows This Is Nowhere, Neil Young with Crazy Horse, Reprise Records, RS 6349, 1969.
  14. ^ Neil Young Chart History - Billboard, su billboard.com. URL consultato il 12 luglio 2019.
  15. ^ Neil Young Cinnamon Girl Chart History - Billboard, su billboard.com. URL consultato il 12 luglio 2019.
  16. ^ (EN) dati ricavati dalla scheda della colonna sonora di Quasi famosi sul sito Music From Film [1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock