Elemér Berkessy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elemér Berkessy
Dati biografici
Nazionalità Ungheria Ungheria
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Carriera
Squadre di club1
 ???? CA Oradea CA Oradea  ? (?)
 ???? Jiul Petrosani Jiul Petroșani  ? (?)
1928-1932 Ferencvaros Ferencváros  ? (?)
1932-1934 RC Parigi RC Parigi  ? (?)
1934-1936 Barcellona Barcellona 28 (3)
1936-1937 Le Havre Le Havre  ? (?)
Nazionale
1928-1930 Ungheria Ungheria 7 (0)
Carriera da allenatore
1945-1946 RC Parigi RC Parigi
1946-1947 Barcellona Barcellona
1947-1948 ACIVI Vicenza ACIVI Vicenza
1948-1949 Biellese Biellese
1950-1951 Rosignano Solvay Rosignano Solvay
1951-1952 Real Saragozza Real Saragozza
1954 Grimsby Town Grimsby Town
1955-1957 Beerschot Beerschot
1957-1958 Espanyol Espanyol
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Elemér Berkessy, noto anche col nome italianizzato Emilio Berkessy (Nagyvárad, 10 giugno 1896Barcellona, 7 luglio 1993), è stato un calciatore e allenatore di calcio ungherese.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver iniziato la carriera nelle formazioni rumene del CA Oradea e del Jiul Petroşani, viene ingaggiato dal Ferencvárosi TC, prima di trasferirsi in Europa occidentale, nella Ligue 1 con l'RC Paris, nella Primera División con il FC Barcelona, e ritornare in Francia, per chiudere la carriera al Le Havre.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Inizia la carriera di allenatore in Italia, al Vicenza, per poi sedere sulle panchine della Biellese e del Rosignano Solvay[1].
Si trasferisce quindi in Spagna, al Real Saragozza, diviene poi il primo allenatore straniero ad allenare in Football League, il Grimsby Town; viene poi chiamato alla guida della squadra belga del K. Beerschot V.A.C., prima di far ritorno nella Primera División alla guida dell'RCD Espanyol.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

1932

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il libro Football dal 1902 Storia della Biellese lo da alla Pro Patria. Ma le cronache della Gazzetta dello Sport e i libri l'Almanacco Illustrato del Calcio 1951 e La storia del calcio 1950-51 della Giemme Edizioni confermano che a Busto c'era Szalay sostituito poi da Meazza.

Fonti e bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Davide Rota e Silvio Brognara - Football dal 1902 Storia della Biellese, Edizioni Editrice "Il Biellese" - aprile 1996.
  • A.Belloni, G.Meneghetti, L.Pozza - I cento anni della nobile provinciale 1902-2002: un secolo di calcio a Vicenza, edito da ArchiMedia - maggio 20052.