Diario napoletano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Diario napoletano
Diario napoletano.png
Francesco Rosi in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1992
Durata89 min
Rapporto1.78:1
Generedocumentario, storico, giallo
RegiaFrancesco Rosi
SceneggiaturaRaffaele La Capria, Francesco Rosi
ProduttoreMario Vecchi
Casa di produzioneRai Tre
FotografiaPasqualino De Santis
MontaggioRuggero Mastroianni
ScenografiaCarlo Rescigno
Interpreti e personaggi

Diario napoletano è un film italiano diretto da Francesco Rosi. Il film è uscito nel 1992.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In occasione di un dibattito sulla speculazione edilizia che si tiene alla Facoltà di Architettura di Napoli, viene proiettato il film-inchiesta Le mani sulla città di Francesco Rosi, che vinse il Leone d'oro alla Mostra di Venezia del 1963. Quasi trent'anni dopo, il regista decide di tornare a Napoli insieme ai suoi collaboratori per cercare di capire quanto sia cambiata la realtà metropolitana. Come se si trattasse di un diario, Rosi ripercorre le vie della città osservandone il degrado, la criminalità giovanile e le terribili conseguenze del mercato della droga. La città è molto cambiata e forse, è diventata più insidiosa e cattiva, ma c'è ancora posto per la speranza che, lottando, si possa restituire alla città un volto civile facendola tornare uno dei luoghi più belli del mondo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Salvatore Gesù (a cura di), Francesco Rosi, Giuseppe Maimone Editore, Catania, 1993

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema