Curculionidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Curculionidae
Kaldari Curculio occidentis 01.jpg
Curculio occidentis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Coleopteroidea
Ordine Coleoptera
Sottordine Polyphaga
Infraordine Cucujiformia
Superfamiglia Curculionoidea
Famiglia Curculionidae
Latreille, 1802
Serie tipo
Curculio
Linnaeus, 1758
Sottofamiglie

I Curculionidi (Curculionidae Latreille, 1802) sono una famiglia di coleotteri appartenente alla superfamiglia Curculionoidea.[1]

La famiglia dei Curculionidi comprende oltre ottantamila specie[2] ed è la più estesa del regno animale. Comprende anche diverse specie dannose per l'uomo e le sue colture.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I curculionidi hanno come caratteristica particolare quella di avere un capo, allungato a forma di proboscide, alla cui estremità si trova l'apparato boccale. Questa struttura viene chiamata rostro. In alcune specie il rostro è corto e poco pronunciato, in altre può essere anche più lungo del corpo. Le antenne sono generalmente collocate a metà del rostro.[3]

La maggior parte di queste specie ha una colorazione mimetica col suolo o con le radici, la restante possiede invece colorazioni vivaci ed intense e sfumature metalliche.

Le larve hanno una tipica forma a "C" e sono prive di zampe.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Le femmine di questa famiglia depongono le loro uova sulle foglie, nel legno o al suolo. La maggior parte delle femmine usa il rostro per scavare buchi nei tessuti vegetali per poi potervi deporre le uova.

Le larve vivono a spese delle piante, alcune si nutrono di radici o di tuberi, altre di fusti o di legno, altre ancora di foglie.

Una particolarità del maschio consiste nell'avere un pene munito di uncini che logora l'organo sessuale femminile, non permettendo una nuova fecondazione della femmina[senza fonte].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa famiglia è cosmopolita e vive generalmente su piante acquatiche o terrestri.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia è suddivisa nelle seguenti sottofamiglie e tribù[1][4][5]:

Le seguenti sottofamiglie, presenti in precedenti classificazioni, sono attualmente inquadrate come famiglie a sé stanti:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bouchard P. et al, Family-group names in Coleoptera (Insecta) in ZooKeys, vol. 88, 2011, pp. 1-972, DOI:10.3897/zookeys.88.807. URL consultato il 17 febbraio 2015.
  2. ^ (EN) Catalogue of Life: Family Curculionidae. URL consultato il 21 febbraio 2015.
  3. ^ (EN) By Robinson W.H., Curculionidae in Handbook of urban insects and arachnids: A handbook of urban entomology, Cambridge University Press, 2005, p. 91, ISBN 0521812534.
  4. ^ Alonso-Zarazaga M.A., Lyal C.H.C., A world catalogue of families and genera of Curculionoidea (Insecta: Coleoptera) (excepting Scolytidae and Platypodidae), Barcelona, Entomopraxis, 1999, ISBN 8460599949.
  5. ^ Alonso-Zarazaga M.A., Lyal C.H.C., A catalogue of family and genus group names in Scolytinae and Platypodinae with nomenclatural remarks (Coleoptera: Curculionidae) in Zootaxa, vol. 2258, 2009, pp. 1–134.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi