Cupedidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cupedidae
Prolixocupes latreillei.jpg
Prolixocupes latreillei
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Coleopteroidea
Ordine Coleoptera
Sottordine Archostemata
Famiglia Cupedidae
Laporte, 1836
Generi

Cupedidae Laporte, 1836 è una famiglia di coleotteri del sottordine Archostemata.[1]

La famiglia consiste di circa 30 specie, suddivise in nove generi distribuiti globalmente[2]. Inoltre, sono stati rinvenuti molti fossili di Cupedidae datanti al Triassico inferiore[3], un periodo nel quale moltissime specie erano scomparsi dopo l'estinzione di massa alla fine del Permiano e in cui la biosfera si stava ripopolando e riorganizzando.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le Cupedidae hanno un corpo allungato e diritto, che varia da una lunghezza di 10 mm a 20 mm, di colore scuro (dal marrone al nero).

Questi coleotteri sono identificabili dal reticolo quadrato che ricorda piccole finestre sulle elitre.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Le larve vivono nel legno, che tarlano. Il substrato tipico nel quale si sviluppano sono tronchi umidi coperti da funghi o muschio e a volte si trovano in case di legno[2]. I maschi adulti di Priacma serrata -una specie diffusa nel Nord America- sono noti per essere fortemente attratti dalla comune candeggina, il che suggerisce che l'odore dell'ipoclorito di sodio mescolato ad acqua sia prossimo ai feromoni delle femmine della specie[2].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bouchard P. et al, Family-group names in Coleoptera (Insecta), in ZooKeys, vol. 88, 2011, pp. 1-972, DOI:10.3897/zookeys.88.807.
  2. ^ a b c (EN) Evans, A. V. e Hogue, J. N., Field Guide to Beetles of California, University of California Press, 2006.
  3. ^ (EN) Benisch, Christoph, Phylogeny of the beetles (Filogenia degli scarabei), su The beetle fauna of Germany, Kerbtier, 2010. URL consultato il 15 gennaio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi