Chris Avellone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chris Avellone a Manila nel 2009.

Christopher Frederic Avellone, detto Chris (Alexandria, 27 settembre 1972[1]) è un autore di videogiochi e informatico statunitense, figura molto influente nel mondo dei videogiochi di ruolo a partire dagli anni novanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Prima dei videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Avellone è discendente di immigrati siciliani. Ha studiato al College William and Mary in Virginia dove ha ricevuto il diploma in letteratura inglese. Grazie a Bruce Harlick, editore della Hero Games, Chris ha ricevuto l'opportunità di scrivere un libro per i giochi di ruolo Dark Champions. Dopo diverse pubblicazioni con Hero Games, la sua fama continuò a crescere. Steve Peterson, uno dei capi della Hero Games, gli fornì l'occasione per farsi intervistare dalla Interplay, una casa pubblicatrice nota all'epoca. La sua conoscenza dei giochi di ruolo impressionò la casa sviluppatrice, che offrì a Chris la posizione di game designer.

Lavoro in Interplay[modifica | modifica wikitesto]

Intorno al 1997, dunque, Avellone si trasferì nella contea di Orange (dove risiedevano i quartieri di Interplay) per iniziare a lavorare allo sviluppo di videogiochi. All'interno di Interplay, come membro dei Black Isle Studios, contribui in maniera determinante alla creazione di famosi e storici GdR per computer, quali Fallout 2 e Icewind Dale, ma il lavoro per cui è maggiormente conosciuto è Planescape: Torment. Con il tempo la situazione finanziaria della Interplay cominciò a peggiorare gravemente. I cicli di sviluppo dei giochi si accorciarono notevolmente e molti collaboratori cominciarono a lasciare la casa in cerca di altre opportunità. Avellone rimase con Black Isle, per la prospettiva di creare Icewind Dale II e un possibile seguito di Baldur's Gate II: Shadows of Amn e di Fallout 2; tuttavia quando Interplay ne fermo lo sviluppo, Avellone perse fiducia nei manager, e quando anche Feargus Urquhart notificò il suo ritiro dalla casa, lo stesso Chris decise di lasciare lo studio dopo 8 anni.

La creazione di Obsidian Entertainment[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver lasciato Interplay, Chris, assieme a Feargus Urquhart, Darren Monahan, Chris Parker e Chris Jones, formarono la casa di sviluppo Obsidian Entertainment. Il primo progetto su cui Chris iniziò a lavorare con Obsidian fu Star Wars: Knights of the Old Republic II: The Sith Lords (chiamato con il nome in codice Project Georgia), seguito di Star Wars: Knights of the Old Republic di BioWare, in vece di capo sviluppatore.[2] Successivamente Chris guidò Obsidian sullo sviluppo anche di Neverwinter Nights 2, Alpha Protocol,[3] ed ebbe occasione di rimettere mano anche alla saga di Fallout con Fallout: New Vegas, sotto la produzione di Bethesda Softworks nel 2010.

L'avvicinamento a Kickstarter e l'abbandono di Obsidian[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni 2010, Chris, si avvicina alla piattaforma di crowdfunding Kickstarter, per lo sviluppo con Obsidian, di Pillars of Eternity. Il gioco ottiene un finanziamento di quasi 4 milioni di dollari, e si rivela un incredibile successo dando inizio a quel fenomeno tramite Kickstarter, noto come Rpg Renaissance (ovvero "la rinascita dei GdR").[4] Resosi responsabile di tale fenomeno, Avellone, inizia a lavorare come freelancer su altri progetti Kickstarter, offrendo i propri servigi e collaborando con altri sviluppatori per la creazione dei seguiti di Wasteland[5] e soprattutto di Planescape: Torment.[6] Con tutti gli impegni che lo vedono concentrato su Kickstarter, Chris decide infine di lasciare definitivamente Obsidian Entertainment, per dedicarsi completamente al ruolo di freelancer.[7]

Il post Obsidian[modifica | modifica wikitesto]

Chris Avellone, dopo la conferenza Bethesda all'E3 2016 di Los Angeles, ha confermato che sta lavorando insieme ad Arkane Austin al reboot di Prey. Inoltre sta attualmente dando il proprio contributo in altri progetti come il remake di System Shock a opera dei Nightdive Studios e Divinity: Original Sin 2 dei Larian Studios

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chris Avellone, su Giant Bomb. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  2. ^ Tsao, Jennifer (March 2005). "Afterthoughts: Star Wars Knights of the Old Republic II: The Sith Lords; Behind the scenes with the real Jedi masters", Electronic Gaming Monthly (189): 52–54.
  3. ^ Chris Avellone: Dark Knight, Edge, 20 aprile 2009. URL consultato il 14 novembre 2009.
  4. ^ Pillars of Eternity, su Kickstarter.
  5. ^ Wasteland 2, su Kickstarter.
  6. ^ Torment: Tides of Numenera, su Kickstarter.
  7. ^ Chris Avellone lascia Obsidian Entertainment, su Eurogamer, 9 giugno 2015. URL consultato il 7 novembre 2015.
Controllo di autorità VIAF: (EN880986 · LCCN: (ENn00111714 · ISNI: (EN0000 0000 7864 208X · GND: (DE121881563