Casa di Bernardo Buontalenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casa di Bernardo Buontalenti
Casa di bernardo buontalenti, via maggio 37.JPG
Casa di Bernardo Buontalenti
Ubicazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
LocalitàFirenze
Indirizzovia Maggio 37
Coordinate43°45′56.83″N 11°14′54.53″E / 43.765786°N 11.248481°E43.765786; 11.248481Coordinate: 43°45′56.83″N 11°14′54.53″E / 43.765786°N 11.248481°E43.765786; 11.248481
Informazioni
CondizioniIn uso
Pianitre

La casa di Bernardo Buontalenti si trova in via Maggio 37, angolo via de' Marsili, a Firenze.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzetto aveva la comodità di essere molto vicino a palazzo Pitti, dove Bernardo Buontalenti era architetto e sovrintendente agli spettacoli di corte, e si trovava poco lontano dalla prima opera di certa attribuzione al Buontalenti, il palazzo di Bianca Cappello.

Anticamente la facciata era coperta, come nel palazzo della Cappello, da graffiti di Bernardino Poccetti.

Una targa dentro l'edificio ricorda l'incontro tra l'architetto e Torquato Tasso:

« Bernardo Buontalenti detto delle Girandole architetto civile e militare della Firenze medicea pittore scultore scenografo costruì per sé questa casa che adornò di poccettiani graffiti ed affreschi fu cenacolo e incontro di alti intelletti primo fra tutti Torquato Tasso e vi morì l'anno 1608 »

L'incontro tra il Tasso e il Buontalenti ci è stato tramandato dal Baldinucci. Secondo tale resoconto un mattina il Buontalenti fu fermato da un uomo "venerabile di persona e d'aspetto", che gli chiese: «Siete voi quel Bernardo Buontalenti, di cui altamente si parla per le meravigliose invenzioni che partorisce ogni dì l'ingegno vostro? E quegli particolarmente che ha inventate le stupende macchine per la commedia recitatasi ultimamente composta dal Tasso?» Dopo la risposta affermativa del Buontalenti lo sconosciuto lo abbracciò e gli disse: «e io son Torquato Tasso»[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In Cesati, cit.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Cesati, La grande guida delle strade di Firenze, Newton Compton Editori, Roma 2003.
  • Vedi anche la bibliografia su Firenze.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]