Guido Carocci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Guido Carocci (Firenze, 16 settembre 1851Firenze, 20 settembre 1916) è stato uno storico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studioso della storia di Firenze e degli edifici antichi, la sua opera è una tappa obbligata per chiunque si accosti allo studio della città. Diresse il Museo Nazionale di San Marco e si batté contro la distruzione del centro storico durante i lavori del Risanamento che stava sconvolgendo in quegli anni la fisionomia di strade e piazze.

Le sue opere contengono meticolose ricostruzioni storiche. Tra le principali figurano I dintorni di Firenze, dove traccia la storia di centinaia di edifici del contado fiorentino, e Firenze scomparsa, dove raccoglie tutte le informazioni sulle architetture abbattute, con particolare riguardo alle zone del ghetto e del Mercato Vecchio.

Raccolse il materiale lapideo superstite di chiese, torri e palazzi abbattuti, facendoli collocare nel lapidario del Museo di San Marco, dove si trovano ancora oggi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN114077693 · ISNI: (EN0000 0000 8182 1310 · SBN: IT\ICCU\CFIV\011499 · LCCN: (ENn80070778 · GND: (DE137990162 · ULAN: (EN500315447 · BAV: ADV10046002
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie