Bruno de Rezende

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bruno de Rezende
Bruno Bruninho Mossa De Rezende (Legavolley 2018).jpg
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 190 cm
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Palleggiatore
Squadra Lube
Carriera
Squadre di club
2003-2005Unisul
2005-2011Cimed
2011Pallavolo Modena
2011-2012Cimed
2012-2013RJX
2013-2014RJ
2014-2016Modena Volley
2016-2017Sesi
2017-2018Modena Volley
2018-Lube
Nazionale
2006-Brasile Brasile
Palmarès
Transparent.png Giochi olimpici
Argento Pechino 2008
Argento Londra 2012
Oro Rio de Janeiro 2016
Transparent.png Campionato mondiale
Oro Italia 2010
Argento Polonia 2014
Transparent.png Campionato sudamericano
Oro Cile 2007
Oro Brasile 2011
Oro Brasile 2013
Oro Brasile 2015
Oro Cile 2017
Transparent.png World League
Oro Mosca 2006
Oro Katowice 2007
Oro Belgrado 2009
Oro Cordoba 2010
Argento Danzica 2011
Argento Mar del Plata 2013
Argento Firenze 2014
Argento Cracovia 2016
Argento Curitiba 2017
Transparent.png Coppa del Mondo
Oro Giappone 2007
Transparent.png Grand Champions Cup
Oro Giappone 2009
Oro Giappone 2013
Oro Giappone 2017
Statistiche aggiornate al 9 dicembre 2012

Bruno Mossa de Rezende anche noto come Bruninho, (Campinas, 2 luglio 1986) è un pallavolista brasiliano.

Gioca nel ruolo di palleggiatore nella Lube.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La carriera di Bruno de Rezende inizia tra le file dell'Esporte Clube Unisol, club dello Stato di Santa Catarina, dove rimane per due stagioni. Nel 2005 viene ingaggiato dal Cimed Florianópolis, club a cui rimarrà legato per sette stagioni, vincendo cinque campionati, l'unica edizione della Coppa del Brasile, nel 2007, e il campionato sudamericano per club 2009, oltre a sei campionati statali. Le buone prestazioni nel club gli valgono la convocazione in nazionale, in cui debutta nella World League 2006, dove ottiene l'oro, bissato nell'edizione successiva. Nel 2007 vince il suo primo campionato sudamericano e la Coppa del Mondo, mentre nel 2008 partecipa alle Olimpiadi di Pechino come secondo di Marcelo Elgarten. Nel 2009 vince la World League e la Grand Champions Cup, mentre l'anno successivo prende parte alla World League come secondo di Marlon Yared e, proprio in seguito ad una sua indisposizione, gioca titolare il mondiale in Italia, vinto battendo in finale la nazionale cubana.

Nell'aprile 2011 è ingaggiato dalla Pallavolo Modena per sostituire l'infortunato Mikko Esko nei play-off scudetto. Con il club italiano, dopo aver eliminato ai quarti Monza in una serie di cinque partite, raggiunge le semifinali, ma è eliminato a sua volta in una serie di cinque partite dalla Trentino Volley. Durante l'estate, comincia la World League come riserva, ma poi è promosso titolare in seguito alla brutta prestazione di Marlon Yared contro Cuba nella prima partita della final six di Danzica; a settembre vince il suo secondo campionato sudamericano e a ottobre la medaglia d'oro ai giochi panamericani.

Nel 2012 gioca titolare la World League, chiusa al sesto posto, e l'Olimpiade di Londra, dove è sconfitto in finale dalla Russia, sempre affiancato da Ricardo Garcia.

Nella stagione 2012-13 è ingaggiato dall'Associação Desportiva RJX, club di Rio de Janeiro, con cui vince la superliga e il campionato carioca, classificandosi terzo al campionato sudamericano per club. Durante l'estate del 2013, in seguito al ritiro di Giba, è promosso capitano della nazionale e partecipa alla World League, dove viene sconfitto nuovamente in finale dalla Russia, mentre vince il campionato sudamericano e la Grand Champions Cup.

Nel corso della stagione 2013-14, a causa dei problemi economici della squadra, torna a giocare nel Modena Volley, con la quale vince la Coppa Italia 2014-15, successo bissato anche nell'edizione successiva, la Supercoppa italiana 2015 e lo scudetto 2015-16; nel 2014 con la nazionale vince l'argento alla World League ed al campionato mondiale, nel 2015 arriva l'oro al campionato sudamericano, mentre nel 2016 vince ancora un argento alla World League e un oro ai Giochi della XXXI Olimpiade.

Nella stagione 2016-17 rientra in Brasile, accasandosi al Serviço Social da Indústria SP di San Paolo; nel 2017, con la nazionale, vince la medaglia d'argento alla World League e quella d'oro al campionato sudamericano e alla Grand Champions Cup.

Per l'annata 2017-18 è nuovamente al club di Modena, in Serie A1, stessa categoria dove milita nell'annata 2018-19 ma alla Lube di Treia.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È il figlio dell'ex pallavolista Vera Mossa e dell'ex pallavolista ed allenatore Bernardo de Rezende. In seguito alle seconde nozze del padre con l'ex pallavolista Fernanda Venturini, ha due sorellastre, Júlia e Vitória.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

2003-04, 2005-06, 2007-08, 2008-09, 2009-10, 2012-13
2015-16
2007
2014-15, 2015-16
2006, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012
2012
2015
2009

Nazionale (competizioni minori)[modifica | modifica wikitesto]

Premi individuali[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]