BredaMenarinibus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BredaMenarinibus S.p.A.
StatoItalia Italia
Fondazione1989 a Bologna
Chiusura2015 (cessione ad altra azienda)
Sede principaleBologna
SettoreMetalmeccanica
ProdottiAutobus
Dipendenti200[1] (2014)
Sito web
Il logo storico della Breda posto sulle carrozzerie

La BredaMenarinibus S.p.A. è stata un'azienda italiana produttrice di autobus, fondata nel 1989 a Bologna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società nacque dallo scioglimento, nel 1987, del consorzio Inbus le cui produzioni furono trasferite alla Bredabus, società della capogruppo Breda Costruzioni Ferroviarie, controllata dall'ente pubblico EFIM.

Nel 1989, Breda Costruzioni Ferroviarie acquisì la Menarini di Bologna, nata nel 1919. Le due società vennero quindi fuse, con la nascita del marchio BredaMenarinibus, caratterizzato da un cavallino rosso, storico emblema della Breda.[2]

All'inizio degli anni novanta EFIM, nel frattempo divenuta società per azioni, dopo aver registrato per decenni enormi perdite, venne posta in liquidazione coatta e le partecipazioni industriali trasferite a Finmeccanica, appartenente allora all'IRI.[3]

A gennaio 2015 Finmeccanica ha ceduto la BredaMenarinibus alla neocostituita Industria Italiana Autobus, partecipata all'80% da Tevere S.p.A. (ex King Long Italia) e al 20% dalla stessa Finmeccanica.[2] La nuova società contiene al suo interno anche lo stabilimento ex Irisbus di Valle dell'Ufita situato a Flumeri.[4]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

I principali modelli di autobus prodotti dalla casa bolognese sono i seguenti:

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Bettazzi, Bredamenarinibus, arrivano gli scioperi, in la Repubblica (Bologna), 9 dicembre 2014. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  2. ^ a b Storia Menarini, Industria Italiana Autobus. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  3. ^ Provvedimento n. 3249 (I137) EFIM/Finmeccanica (PDF), AGCOM, pp. 1-2. URL consultato il 9 febbraio 2017.
  4. ^ BredaMenarinibus passa a Industria Italiana Autobus, su industriaitalianaautobus.com, 21 novembre 2014. URL consultato il 9 febbraio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]