BredaMenarinibus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BredaMenarinibus
Logo
Stato Italia Italia
Tipo società per azioni
Fondazione 1989
Sede principale Bologna
Gruppo Finmeccanica
Settore autoveicoli
Prodotti autobus
Sito web www.bredamenarinibus.it
Il logo storico della Breda posto sulle carrozzerie
Rimini: autosnodato BredaMenarinibus M321U della TRAM Servizi n. 6001 sulla linea 4

La BredaMenarinibus, con sede a Bologna, è uno dei primi produttori italiani di autobus.

Cenni storici[modifica | modifica sorgente]

La società è nata dallo scioglimento, nel 1987, del consorzio Inbus le cui produzioni furono trasferite alla Bredabus, società della capogruppo Breda Costruzioni Ferroviarie, controllata dall'ente pubblico Efim.

Nel 1989, Breda Costruzioni Ferroviarie ha acquisito la storica impresa Menarini di Bologna, nata nel 1919. Le due società vennero, quindi, fuse, con la nascita del marchio commerciale BredaMenarinibus, caratterizzato da un cavallino rosso storico emblema della Breda.

All'inizio degli anni novanta Efim, nel frattempo divenuto società per azioni, (dopo aver registrato per decenni enormi perdite) è stato posto in liquidazione coatta e le partecipazioni industriali trasferite a Finmeccanica, appartenente allora ad IRI spa, altro storico ente di partecipazioni statali, e gestore di un grande gruppo industriale (allora) diversificato.

Dal 1989 la società ha prodotto circa 7.000 autobus ed è in possesso di certificazione ISO 9001 e ISO 14001.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

A partire dagli anni novanta, sono stati realizzati modelli assai diffusi nelle città italiane:

Monocar 101[modifica | modifica sorgente]

Monocar 101
Menarini 101 SH dell'ATP di Genova
Autobus Menarini Monocar 110L della CAP n. 313 in partenza dal deposito di Vernio sulla corsa Prato - Castiglione dei Pepoli nel 2004
  • Produzione: 1984 - 1992
  • Lunghezze prodotte: 12 metri
  • Allestimenti prodotti: extraurbano e noleggio(SB), gran turismo rialzato(SH)
  • Motorizzazioni: Iveco e Man
  • Versioni prodotte:
    • M101 SB
    • M101 SH
  • Diffusione: il modello ha trovato una discreta diffusione presso diversi gestori privati di noleggio con conducente.

Monocar 120[modifica | modifica sorgente]

Monocar 120
  • Produzione: 1989 - 1996
  • Lunghezze prodotte: 10,5 metri (N), 12 metri (L)
  • Allestimenti prodotti: extraurbano
  • Motorizzazioni: gasolio
  • Versioni prodotte:
    • M120 N
    • M120 L
  • Diffusione: molto assomigliante al Monocar 101, il modello ha trovato anch'esso una discreta diffusione presso svariate aziende extraurbane. Alcuni esemplari di questo modello sono ancora in uso nell'azienda "AMI", attiva nella provincia di Pesaro-Urbino e all'Azienda Trasporti Verona con una decina di esemplari, utilizzati per i servizi di linea extraurbani e scolastici.

Monocar 201[modifica | modifica sorgente]

Monocar 201
Autobus Menarini Monocar 201 dell'ATC Bologna n. 5115 sulla linea 20 nel 2007
  • Produzione: 1979 - 1989
  • Lunghezze prodotte: 10,5 metri (N), 12 metri (L)
  • Allestimenti prodotti: urbano (U), suburbano (S), interurbano (I)
  • Motorizzazioni: gasolio
  • Versioni prodotte:
    • M201 NU
    • M201 LU
    • M201 NS
    • M201 LS
    • M201 LI
  • Diffusione: il Monocar 201 è uno dei più diffusi autobus degli anni ottanta, è stato acquistato nelle principali città di Italia quali Roma, Milano, Bologna, Firenze, Genova, Verona, Olbia, Sassari, Palermo, Messina, Bari, Brindisi, Taranto e alcuni esemplari di questo modello si possono trovare in servizio tuttora a Bologna, Rimini, Prato e Verona e nella versione extraurbana (M201LI) presso la Società STIE di San Vittore Olona (MI).
  • La produzione del Monocar 201 si può dividere in tre fasi: 201/0 tra il 1979 e il 1980, 201/1 tra il 1981 e il 1984, 201/2 tra il 1984 e il 1989.
  • Esiste anche una versione filoviaria denominata F201 LU, filobus di tale tipo sono in servizio tuttora a Parma, Ancona e Chieti.

Monocar 220[modifica | modifica sorgente]

Monocar 220
Uno dei 4 Menarini M220 NI acquistati da ATP di Genova
  • Produzione: 1990 - 1997
  • Lunghezze prodotte: 10,5 metri (N), 12 metri (L)
  • Allestimenti prodotti: urbano (U), suburbano (S)
  • Motorizzazioni: gasolio, filobus (F)
  • Versioni prodotte:
    • M220 NU (3 porte)
    • M220 NS (2 porte)
    • M220 LU (3 o 4 porte)
    • M220 LS (2 o 3 porte)
    • F220 LU (4 porte - filobus)
  • Diffusione: il mezzo si propone come successore del fortunato Monocar 201, autobus prodotto dalla Menarini in un elevato numero di esemplari dal 1979 al 1989. Nonostante ciò, la diffusione del Monocar 220, seppure ampia presso molte aziende di trasporto pubblico italiane, è rimasta inferiore a quella avuta dal suo predecessore. Fra le aziende che lo annoverano nel proprio parco: SPT Como, ATC, Bologna, ATR Forlì - Cesena, ATC La Spezia, TEP Parma, CAP Prato, ATV Verona, AMAT Taranto, ACTP Sassari, AMT Catania, AMAT Palermo, ATB Bergamo, STP Brindisi, , e AMC s.p.a. Catanzaro.
  • Curiosità: presso l'ex Tigullio Trasporti, oggi ATP (Provincia di Genova) è presente una versione unica del Monocar 220. Si tratta del modello M220NI, lungo 10,5 metri e con allestimento extraurbano. Erano presenti 4 esemplari (706-709) ma ad agosto del 2010 ne è stato demolito uno, la 706 la quale aveva accumulato ben 2,2 milioni di km. Attualmente ne circolano ancora 2, principalmente su servizi scolastici. Sempre in ATP, sono presenti anche 2 esemplari Suburbani carrozzati Bredabus che svolgono tuttora servizio nella val Polcevera.

A Brescia circola un solo Monocar 220 che è l'autobus più vecchio circolante, è il numero 79 ed è solitamente utilizzato sulle linee 7 o 13.

Monocar 221[modifica | modifica sorgente]

Monocar 221
  • Produzione: 1995 - 1999
  • Lunghezze prodotte: 12 metri (L)
  • Allestimenti prodotti: urbano (U), suburbano (S)
  • Motorizzazioni: gasolio, metano
  • Versioni prodotte:
    • M221 LU (3 porte)
    • M221 LU CNG (3 porte)
    • M221 LS (2 o 3 porte)
  • Diffusione: discreta diffusione in buona parte della penisola per questo modello assieme agli altri Monocar della sua famiglia (Monocar 230 e Monocar 321).

Fra le aziende che lo posseggono, si possono citare ATC Bologna, ATAC Roma e APT Verona, AMTAB Bari, ACT Bolzano, ACTV Venezia, AMAT Taranto e ARST Cagliari.

  • Note: la versione a metano è stata la prima con tale motorizzazione prodotta dalla BredaMenarinibus. Circolava, anche se in quantitativi ridotti, nelle città di Firenze, Palermo, Bergamo e Pistoia.

Monocar 230[modifica | modifica sorgente]

Monocar 230
Un BredaMenarinibus M230 in dotazione all'AMT Genova
  • Produzione: 1994-2002
  • Lunghezze prodotte: 8 metri (C), 9 metri (M)
  • Allestimenti prodotti: urbano (U), suburbano (S)
  • Motorizzazioni: gasolio
  • Versioni prodotte:
    • M230 CU (2 porte)
    • M230 MU (3 porte)
    • M230 MS (2 porte)
  • Diffusione: il Monocar 230 si proponeva come versione accorciata del Monocar 221. Discreta diffusione un po' in tutta Italia. Si citano le aziende ATC, Bologna, AMT Genova, ATAC-Roma, ANM Napoli, CTP Napoli, TEMPI Piacenza, AST Palermo, ATM Messina, TRAIN Siena, COPIT Pistoia, CPT Pisa ed STP Brindisi.

Monocar 321[modifica | modifica sorgente]

Monocar 321
Un BredaMenarinibus M321 dell'AMT Genova
  • Produzione: 1996 - 2001
  • Lunghezze prodotte: 18 metri
  • Allestimenti prodotti: urbano (U), suburbano (S)
  • Motorizzazioni: gasolio
  • Versioni prodotte:
    • M321 U (4 porte)
    • M321 S (3 o 4 porte)
  • Diffusione: il mezzo ha trovato una discreta diffusione in praticamente tutte le città che richiedono l'utilizzo di autobus snodati. Ne posseggono esemplari: ATC Bologna, AMT Genova, AMAT Taranto, GTT Torino, ATM Milano, ATAF Firenze, TRAM Rimini, ATAC-Roma, ACTV Venezia, AMT Trieste, STP Brindisi, SIA Brescia (un solo esemplare)
  • Note: è stato prodotto un esemplare filobus di tale modello. È stato chiamato F321U, e ha circolato in prova a Bologna nel 1997, sembrava fosse destinato alla città di Genova mentre successivamente è stato accantonato presso lo Stabilimento AnsaldoBreda di Pistoia.

Monocar 240[modifica | modifica sorgente]

Monocar 240
Monocar 240N n. 719 (linea 1) dell'ACTV a Chioggia, Centro Storico
Monocar 240L di n. 342 (linea C) dell'ACTV al Lido di Venezia

Monocar 231[modifica | modifica sorgente]

Monocar 231

Monocar 340[modifica | modifica sorgente]

Monocar 340
  • Produzione: 2001 - 2005
  • Lunghezze prodotte: 18 metri
  • Allestimenti prodotti: urbano (U), suburbano (S)
  • Motorizzazioni: gasolio
  • Versioni prodotte:
    • M340 U (4 porte)
    • M340 S (3 o 4 porte)
  • Diffusione: contrariamente agli altri mezzi della sua famiglia (Monocar 231 e Monocar 240), il Monocar 340 non ha avuto una larghissima diffusione, comparendo nel parco autobus di pochissime aziende italiane. Si citano: Trieste Trasporti (ceduti nell'Agosto 2013), ATC Bologna, TRAM Rimini, CTP Pisa, START Ascoli Piceno e Ferrovie Emilia Romagna.
  • Note: a Bologna circola l'unica versione del Monocar 340 con alimentazione a metano. Inizialmente nato con motorizzazione Mercedes, il progetto ha poi subito in corso d'opera la sostituzione del motore con marca MAN. Sono state inoltre apportate modifiche alla carrozzeria e allungamento della sagoma di circa 15 centimetri. Nonostante si presentasse come la versione 18 metri dell'M240, a differenza di questo che è entrato in commercio nel 1998, il 340 è stato ordinato per la prima volta nel 2001.

Avancity[modifica | modifica sorgente]

Avancity
ATB Bergamo: BredaMenarinibus 240 Avancity n. 514 sulla linea 6
  • Produzione: 2005 - 2008
  • Lunghezze prodotte: 10,5 metri (N), 12 metri (L)
  • Allestimenti prodotti: urbano (U), suburbano (S)
  • Motorizzazioni: gasolio, metano (Exobus)
  • Versioni prodotte:
    • Avancity NU (3 porte)
    • Avancity NU CNG Exobus (3 porte)
    • Avancity NS (2 o 3 porte)
    • Avancity NS CNG Exobus (2 o 3 porte)
    • Avancity LU (3 o 4 porte)
    • Avancity LU CNG Exobus (3 o 4 porte)
    • Avancity LS (2 o 3 porte)
    • Avancity LS CNG Exobus (2 o 3 porte)
  • Caratteristiche: L'Avancity nasce come successore del Monocar 240, usando lo stesso telaio ma con una carrozzeria più moderna e aggressiva. Nonostante il relativo breve tempo di produzione, l'Avancity ha avuto una grande diffusione un po' in tutta la penisola.
  • Diffusione: le aziende che posseggono tale modello sono: AMT Genova, ATP Provincia di Genova, AMT Catania, ATB Bergamo, EAV (Ente Autonomo Volturno) Napoli, AMTAB Bari, AMAT Taranto, ARPA Chieti, ACTT Treviso, ASF Como, ATL Livorno, CPT Pisa, ATC Bologna, ATC Terni, CAP Prato, COPIT Pistoia, CAT Carrara, AMT Verona, ASM Rieti, STP Brindisi e NET Monza. Sono inoltre stati venduti 35 veicoli Avancity LU CNG Exobus al Comune di Kocaeli in Turchia.

Avancity+ (plus)[modifica | modifica sorgente]

Avancity+ (Plus)
BMB Avancity+ Plus LU dell'AMT Genova
  • Produzione: dal 2008
  • Lunghezze prodotte: 10,5 metri (N), 12 metri (L), 18 metri (S)
  • Allestimenti prodotti: urbano (U), suburbano (S),
  • Motorizzazioni: gasolio, metano (Exobus)
  • Versioni in produzione:
    • Avancity+ NU (3 porte)
    • Avancity+ NU CNG Exobus (3 porte)
    • Avancity+ NS (2 o 3 porte)
    • Avancity+ NS CNG Exobus (2 o 3 porte)
    • Avancity+ LU (3 o 4 porte)
    • Avancity+ LU CNG Exobus (3 o 4 porte)
    • Avancity+ LS (2 o 3 porte)
    • Avancity+ LS Exobus (2 o 3 porte)
    • Avancity+ SU (4 porte)
    • Avancity+ SU CNG Exobus (4 porte)
    • Avancity+ S (3 o 4 porte)
    • Avancity+ S CNG Exobus (3 o 4 porte).
  • Caratteristiche e diffusione: presentata all'edizione 2007 del Bus&Business di Verona, la nuova gamma dell'Avancity+ si caratterizza per un profondo restyling dell'intero mezzo. Entrambe le versioni da 10 e 12 metri presentano una carenatura estesa lungo tutto il tetto e motore Deutz in posizione posteriore trasversale.
  • Diffusione: sono in circolazione ad esempio presso le aziende Roma TPL, ATAF Firenze, SUN Novara, ATV Verona, AMT Genova, TPER Bologna che li utilizza per il servizio Aerobus.

Nel 2011 sono inoltre stati consegnati 39 esemplari Avancity+ LS CNG Exobus all'Azienda EMT di Madrid in Spagna.

  • Note: La versione articolata dell'Avancity+ monta un motore MAN collocato in posizione longitudinale posteriore. Inoltre, la carenatura sul tetto non è presente.

Attualmente in Italia ne circola un esemplare per conto TPL Linea Savona ed uno per Air Pullman Malpensa (VA), mentre ve ne sono 10 esemplari alimentati a metano in circolazione presso il Comune di Kocaeli in Turchia. Entro il 2015 ne circoleranno 3 esemplari a metano nella città di Padova.

Avancity+ (plus) HTB[modifica | modifica sorgente]

Avancity+ HTB
  • Produzione: dal 2010
  • Lunghezze prodotte: 18 metri (S)
  • Allestimenti prodotti: urbano (U)
  • Motorizzazioni: filobus
  • Versioni prodotte:
    • Avancity+ HTB (4 porte)
  • Caratteristiche: è un filobus basato su un impianto elettrico di trazione Skoda con marcia autonoma assicurata mediante un gruppo diesel elettrico di elevata potenza che consente al mezzo prestazioni equivalenti sia in marcia sotto bifilare che su tratti non coperti della linea aerea.
  • Note: Il design non si discosta da quello dell'autobus snodato Avancity+ S; l'unica differenza visibile riguarda i gruppi elettrici posti sul tetto del veicolo e la carenatura superiore.

Nel 2010 ne sono state acquistate 45 unità da Roma Metropolitane la cui produzione è in corso e verrà finalizzata unitamente alla costruzione del nuovo tratto della Metro.

Vivacity[modifica | modifica sorgente]

Vivacity
BMB Vivacity dell'AMT Genova
  • Produzione: 2006 - 2009
  • Lunghezze prodotte: 8 metri (C), 9 metri (M)
  • Allestimenti prodotti: urbano (U)
  • Motorizzazioni: gasolio, metano (Exobus)
  • Versioni prodotte:
    • Vivacity CU (2 porte)
    • Vivacity CU CNG Exobus (2 porte)
    • Vivacity MU (3 porte)
  • Caratteristiche: il Vivacity si proponeva come successore del Monocar 231. La produzione del Vivacity in versione da 9 metri è iniziata solo nel 2007, diverso tempo dopo della versione da 8 metri.
  • Diffusione: la versione C risulta nel parco mezzi di ATC Bologna, EAV (Ente autonomo Volturno) Napoli, CTP Napoli, ACTV Venezia, COPIT Pistoia, ATM Ravenna, AMT Catania, ATR Forlì, SVAP Aosta, ATM Messina, STP Sassari, ASPO Olbia, mentre quella M è in forza, per esempio, presso Trieste Trasporti, CAP Prato, ATAM Reggio Calabria, ATAP Pordenone, LINE Lodi, CSTP Salerno, TPL Linea Savona

Vivacity+ (plus)[modifica | modifica sorgente]

Vivacity+ (Plus)
Vivacity+ Plus MU in dotazione all'ATC di La Spezia
  • Produzione: dal 2008
  • Lunghezze prodotte: 8 metri (C), 9 metri (M)
  • Allestimenti prodotti: urbano (U), suburbano (S)
  • Motorizzazioni: gasolio, metano (Exobus)
  • Versioni in produzione:
    • Vivacity+ CU (2 porte)
    • Vivacity+ CU CNG Exobus (2 porte)
    • Vivacity+ CS (2 porte)
    • Vivacity+ CS CNG Exobus (2 porte)
    • Vivacity+ MU (3 porte)
    • Vivacity+ MS (2 porte)
  • Caratteristiche: presentato anch'esso all'edizione del 2007 del Bus&Business di Verona, soppianta il precedente Vivacity dopo meno di due anni. Le modifiche estetiche apportate al mezzo sono le stesse dell'Avancity+, mentre non vi sono modifiche alle motorizzazioni
  • Diffusione: questo modello sta avendo una buona diffusione sia nella versione 8m che 9 m.

I Vivacity+ C sono in circolazione presso CTM Cagliari, ATP Sassari, ATP Nuoro, ASPO Olbia, Riviera Trasporti Imperia, ARST Cagliari, ATAM Reggio Calabria, AMAT Palermo, Roma TPL, Trentino trasporti, SASA Bolzano. La versione alimentata a metano invece è in circolazione presso ATAF Firenze, AMC s.p.a. Catanzaro, SUB Novara, Brescia Trasporti, EMT Madrid (Spagna), Città di Marburg (Germania), Città di Bayonne (Francia), KM spa Cremona, AIM Vicenza.
La versione M invece è presente nel parco mezzo di ATAM Reggio Calabria, AMT Genova, ATC La Spezia, TPL Linea Savona, CTT Nord Livorno.

  • Note: nel 2013 è stao fatto un restiling del Vivacity+ che ha rimosso la classica carenatura sull'imperiale del veicolo, mantenendo inalterati però, i classici fanali anteriori e posteriori e la disposizione interna dei sedili passeggeri.

e-Vivacity+(Plus)[modifica | modifica sorgente]

e-Vivacity+ (Plus)
  • Produzione: dal 2013
  • Lunghezze prodotte: 8 metri (C)
  • Allestimenti prodotti: urbano
  • Motorizzazioni: elettrico
  • Caratteristiche: presentato il 26 novembre 2013 alla sede storica della BredaMenarinibus, in Via S. Donato a Bologna, assieme alla nuova gamma di autobus denominata Citymood.
  • Note: Non sono ancora disponibili le schede tecniche del veicolo.

ZEUS[modifica | modifica sorgente]

ZEUS
  • Produzione: dal 2000
  • Lunghezze prodotte: 6 metri
  • Allestimenti prodotti: urbano
  • Motorizzazioni: elettrico
  • Caratteristiche: è un minibus elettrico a batterie al litio-polimeri con autonomia di circa 140 km.
  • Diffusione: AMAT Taranto, TPER Bologna, AMT Catania, ATM Trapani, Comune di Siracusa.

Lo Zeus è inoltre in circolazione all'estero, ad esempio a Praga in Repubblica Ceca, Ville de Rochefort, Ville de Arcachon e Grenoble in Francia, Città di Osnabruck in Germania.

  • Note: nel 2013 è stata presentata la versione CLASSE 1 che consente di aumentare la capacità di trasporto passeggeri; è stata inoltre migliorata la batteria in modo da rendere più performante il veicolo durante la marcia.

Lander[modifica | modifica sorgente]

Lander
BredaMenarinibus Lander dell'ATP Provincia di Genova
  • Produzione: dal 2010
  • Lunghezze prodotte: 12 metri (L)
  • Allestimenti prodotti: interurbano (I)
  • Motorizzazioni: gasolio
  • Versioni in produzione: Lander (2 porte)
  • Caratteristiche: presentato alla fiera di settore Bus&Business 2007 di Verona, è il primo vero interurbano di fascia media di BredaMenarinibus.
  • Diffusione: fra il 2010 e il 2011 ne sono stati consegnati 6 esemplari all'ATP (Provincia di Genova) ed 1 al Comune di Chivasso, nel 2013 sono comparsi 2 ulteriori esemplari presso STP Brindisi.

Citymood[modifica | modifica sorgente]

Citymood
  • Produzione: dal 2013
  • Lunghezze prodotte: 10,6 metri, 12 metri, 18 metri
  • Allestimenti prodotti: urbano, suburbano
  • Motorizzazioni: gasolio (Euro 6), metano (CNG)
  • Versioni in produzione:
    • Citymood 10 (euro 6)
    • Citymood 10 CNG
    • Citymood 12 (euro 6)
    • Citymood 12 CNG
    • Citymood 18 (euro 6)
    • Citymood 18 CNG
  • Caratteristiche: presentato il 26 novembre 2013 alla sede storica della BredaMenarinibus, in Via S. Donato a Bologna, assieme alla nuova versione del Vivacity Euro 6, il nuovo elettrico 8m e-Vivacity e lo ZEUS.
  • Note: il design è caratterizzato da una nuova fanaleria e da un frontale più aggressivo. È stato inoltre cambiata la collacazione del motore, che ora è laterale e verticale, lasciando posto a 3 sedili in più nella lounge passeggeri. La nuova motorizzazione inoltre, rispetta i più severi criteri europei in materia di inquinamento ed emissioni di CO2 in atmosfera.

Sede legale[modifica | modifica sorgente]

L'azienda è situata a Bologna in via San Donato 190 e occupa una vasta superficie (155.000 m²) in parte coperta (46.000 m²), dove si realizzano la fabbricazione e l'assemblaggio delle nuove vetture.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]