Brad Davis (attore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brad Davis nel film Bagliori di guerra (1980)

Brad Davis, nome d'arte di Robert Creel Davis (Tallahassee, 6 novembre 1949Los Angeles, 8 settembre 1991), è stato un attore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Robert Creel Davis nacque a Tallahassee, in Florida, il 6 novembre 1949. Conosciuto da ragazzo come Bobby, cambiò il suo nome in Brad nel 1973, perché esisteva già un Bobby Davis negli elenchi dell'associazione degli attori americani. Anche suo fratello, Gene Davis, è un attore.

La famiglia Davis godeva inizialmente di un alto tenore di vita grazie alla professione del padre Eugene Davis, dentista di successo ma con seri problemi di alcolismo. Dopo aver ferito un paziente, che stava curando mentre era in stato di ebbrezza, il dottor Davis dovette trasferirsi con la famiglia a Titusville, in Florida, nella speranza rivelatasi poi vana di rifarsi dei nuovi pazienti. Sua moglie Ann Creel Davis intanto cadeva in una grave depressione.

Dopo il diploma, il giovane Brad lasciò la Georgia per New York per tentare la carriera di attore. Agli inizi degli anni settanta recitò piccole parti in spettacoli off-Broadway, studiando contemporaneamente all'American Academy of Dramatic Arts, per pagarsi gli studi esercitò i lavori più disparati: giardiniere, barista e occasionalmente posò come modello.

Debuttò alla televisione in Sybil (1976) e nella mini-serie Radici (1977). Ma il suo grande successo arrivò nel 1978 con il ruolo principale in Fuga di mezzanotte, dove interpretò il ruolo di Billy Hayes, un giovane statunitense imprigionato in Turchia per possesso di hashish, film ispirato ad una storia vera. Per questo ruolo drammatico vinse un Golden Globe. Nel 1982 interpretò un altro memorabile ruolo in Querelle de Brest di Rainer Werner Fassbinder, quello di un marinaio assassino che seduce sia uomini che donne.

Davis contrasse l'AIDS nel 1979, ma mantenne per parecchi anni segreta tanto la sua malattia che la sua bisessualità, e continuò a recitare. Anni più tardi diventò attivista nella guerra contro l'AIDS, contro l'industria cinematografica di Hollywood e il governo degli Stati Uniti, ritenuto indifferente verso le sofferenze provocate dalla malattia. In fase terminale e oramai allo stremo, nel settembre 1991 decise di commettere un suicidio assistito (overdose di barbiturici) con la famiglia sempre al suo fianco.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN59269166 · LCCN: (ENno92026456 · ISNI: (EN0000 0001 1652 1255 · GND: (DE142540382 · BNF: (FRcb13893019z (data) · ULAN: (EN500020253