Bisento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bisentō
眉尖刀
TipoArma inastata
OrigineGiappone Giappone
Impiego
Utilizzatorifanti contro la cavalleria
Descrizione
Tipo di lamaa doppio taglio, ricurva
Tipo di puntatronca
Tipo di manicoa due mani
voci di armi bianche presenti su Wikipedia

Il bisentō o bisen-to (眉尖刀?)[1] è una lancia lunga con una punta d'acciaio ricurva utilizzata nel Giappone feudale.

Molto più pesante della naginata nella struttura, è usata per lo più come arma da allenamento per migliorare la propria Naginata-do, ossia l'arte dell'alabarda. La storia di quest'arma è piuttosto oscura, e ne esistono diverse descrizioni: "una lunga spada a doppio taglio con una spessa lama troncata",[2] "un'arma simile ad una lancia con una lama terminale tipo scimitarra",[3] "un'arma ad asta che assomiglia ad un'alabarda, con una lunga e pesante lama ricurva".[4] I Kukishinden Ryu affermano che l'arma sia stata introdotta dalla Cina durante il quinto secolo; questo farebbe del bisen-to il precursore più probabile della naginata. Usata nella guerra come arma contro i cavalieri, sarebbe stata usata sia contro il cavallo che contro il cavaliere.

Famosi utilizzatori dell'arma[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hatsumi, Masaaki. Ninjutsu: History and Tradition.
Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra