Birra Moretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Birra Moretti
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1859 a Udine
Fondata da Luigi Moretti
Sede principale Pollein
Gruppo Paesi Bassi Heineken
Settore Alimentare
Prodotti birra
Fatturato 1,153 miliardi di (2016)
Slogan «Consumare preferibilmente in buona compagnia [1]»
Sito web

Birra Moretti è stata un'azienda specializzata nella produzione di birra. Nasce nel 1859 a Udine con il nome di Fabbrica di Birra e Ghiaccio. Fu fondata da Luigi Moretti, un imprenditore, la cui famiglia era dedita al commercio e all'ingrosso di bevande e generi alimentari, il marchio è stato acquisito dalla società olandese Heineken nel 1996.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Storia del marchio[modifica | modifica wikitesto]

Fu fondata nel 1859 a Udine da Luigi Moretti con il nome di Fabbrica di Birra e Ghiaccio. La prima bottiglia arrivò sul mercato nel 1860. In quegli anni la produzione e il consumo di birra in Italia erano pressoché modesti. Inizialmente fu prevista una produzione di 2.500 ettolitri di birra all'anno, sufficienti per soddisfare il mercato provinciale[2]. La famiglia Moretti ha detenuto la proprietà fino al 1989, vendendo poi il marchio a varie aziende di birra, fino all'acquisto nel 1996 da parte di Heineken[3], che ne detiene il marchio[4]. Lo stabilimento originario di Udine fu chiuso nel 1992, con trasferimento a San Giorgio di Nogaro, sempre nel Friuli.

In seguito all'accusa mossa ad Heineken dall'Antitrust di avere sul mercato italiano una posizione dominante[5], il gruppo olandese fu costretto a cedere nel 1997 lo stabilimento produttivo di San Giorgio di Nogaro in provincia di Udine, che fu acquistato da un nuovo gruppo birrario che ne detiene la proprietà: il Gruppo Birra Castello s.p.a.[6]. La produzione fu quindi spostata in vari stabilimenti in Italia controllati dal gruppo Heineken: Assemini, Comun Nuovo, Massafra, Pollein che producono diverse birre col marchio Birra Moretti[6].

Nel 2015 vengono lanciati sul mercato dall'azienda 6 nuovi prodotti: 2 nuove Radler, Birra Moretti Radler Gazzosa e Birra Moretti Radler Chinotto, e 6 birre dedicate alla tradizione gastronomica di altrettante regioni italiane: Birra Moretti alla Friulana, Birra Moretti alla Siciliana, Birra Moretti alla Piemontese, Birra Moretti alla Toscana, Birra Moretti alla Pugliese e Birra Moretti alla Lucana[7].

Storia del Baffo Moretti[modifica | modifica wikitesto]

Sul sito ufficiale dell'azienda si racconta che nel 1942 il commendatore Lao Menazzi Moretti vide un anziano baffuto seduto a un tavolino della storica trattoria Boschetti di Tricesimo in provincia di Udine. Moretti, pensando che l'uomo potesse rappresentare bene la sua birra, gli avrebbe chiesto il permesso di fotografarlo in cambio di una ricompensa di suo gradimento. “Che al mi dedi di bevi, mi baste” – rispose l'uomo in lingua friulana, ovvero “Mi dia da bere, a me basta[8]. Quella fotografia fu poi consegnata all'illustratore Segala, alias Franca Segala, che disegnò il famoso manifesto.[9]

In realtà, sembra che la foto sia stata scattata dalla fotografa tedesca Erika Groth-Schachtenberger nel 1939. La foto ritrarrebbe un contadino tirolese di Thaur in Tirol, a pochi chilometri da Innsbruck. La Groth si sarebbe accorta dell'utilizzo non autorizzato della sua foto per le campagne pubblicitarie della Moretti soltanto nel 1956, vedendo un cartellone pubblicitario; da questa scoperta sarebbe scaturita anche una controversia legale [10][11][12].

Nel corso degli anni, il Baffo è stato interpretato da vari attori; il volto più noto è stato quello del celebre attore e doppiatore Marcello Tusco, sostituito, dopo la sua improvvisa scomparsa, da Orso Maria Guerrini, fino al 2017, anno in cui il Baffo passa a Pier Maria Cecchini.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

I prodotti Birra Moretti[modifica | modifica wikitesto]

I prodotti Birra Moretti
  • Birra Moretti Ricetta Originale: birra lager dal colore dorato con grado alcolico 4.6% vol.[13]
  • Birra Moretti Baffo D'Oro: birra a bassa fermentazione, prodotta impiegando solo malti primaverili italiani, grado alcolico 4.8% vol.[14].
  • Birra Moretti Grand Cru: birra Ale, rifermentata in bottiglia, dal colore ambrato. Viene prodotta in Belgio dalla birreria Affligem.[15][16]
  • Birra Moretti Doppio Malto: birra Ale chiara, dal colore dorato con grado alcolico 7% vol.[17].
  • Birra Moretti La Bianca: birra weiss, ad alta fermentazione, dal colore chiaro con grado alcolico 5% vol.[18].
  • Birra Moretti La Rossa: birra doppio malto dal colore ambrato scuro grado alcolico 7.2% vol.[19]
  • Birra Moretti Radler Limone: birra radler a bassa fermentazione, dal colore giallo paglierino, prodotta usando limoni siciliani con grado alcolico 2% vol.[20]
  • Birra Moretti Radler Chinotto: birra radler a bassa fermentazione, dal colore ambrato, prodotta usando chinotti provenienti da Savona con grado alcolico 2% vol.[21].
  • Birra Moretti Radler Gazzosa: birra radler a bassa fermentazione, dal colore giallo paglierino, prodotta usando limoni calabresi con grado alcolico 2% vol.[22]
  • Birra Moretti alla Friulana: birra lager, dal colore chiaro e paglierino, prodotta utilizzando mele renette provenienti dal Friuli-Venezia Giulia, con grado alcolico 5.9% vol.[23]
  • Birra Moretti alla Siciliana: birra lager, prodotta usando fiori di zagara provenienti dalla Sicilia con grado alcolico 5.8% vol[24]
  • Birra Moretti alla Piemontese: birra lager, dal colore leggermente ambrato, caratterizzata dalla presenza, fra gli ingredienti, di mirtilli e riso della tipologia “Sant'Andrea” provenienti dal Piemonte con grado alcolico 5.5% vol.[25]
  • Birra Moretti alla Toscana: birra lager, dal colore miele, prodotta usando, tra gli ingredienti, orzo coltivato in Toscana con grado alcolico 5.5% vol.[26]
  • Birra Moretti alla Pugliese: birra lager, dal colore giallo dorato, prodotta usando, tra gli ingredienti, il fico d'India e il grano arso, con grado alcolico 5.6% vol.[27].
  • Birra Moretti alla Lucana: birra lager, dal colore ambrato, prodotta usando, tra gli ingredienti, l'alloro e l'orzo maltato lucano, con grado alcolico 5.8% vol.[28].
  • Birra Moretti Zero: birra lager analcolica[29].

Le edizioni speciali[modifica | modifica wikitesto]

  • Campioni di Emozioni (2014)[30]: in occasione dei Mondiali di calcio del 2014, l'azienda lancia un'edizione speciale di Birra Moretti: Campioni di Emozioni. Vengono prodotte 7 nuove etichette, in cui Baffo Moretti interpreta 7 celebri gesti di esultanza compiuti da famosi calciatori italiani.
  • La Cucina Stellata (2015)[31].

Birra Moretti e il calcio[modifica | modifica wikitesto]

Trofeo calcistico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Trofeo Birra Moretti.

Dal 1997 al 2008, la Birra Moretti sponsorizzò il Trofeo Birra Moretti, un torneo calcistico estivo ad inviti. Le prime tre edizioni si svolsero ad Udine, città natale della società. Ciascuna edizione vedeva la partecipazione di tre squadre che si affrontavano con la formula degli incontri da 45 minuti, come molti altri tornei amichevoli estivi. Dopo le prime tre edizioni, il torneo si trasferì dapprima allo Stadio San Nicola di Bari e dal 2005 al 2008 allo Stadio San Paolo di Napoli.

Stadio Moretti[modifica | modifica wikitesto]

A Udine fino agli anni 80 era presente lo Stadio Moretti, all'inizio di proprietà della società e poi rilevato dal Comune di Udine, campo storico dell'Udinese Calcio. Era uno stadio particolare in quanto aveva anche una pista in ghiaia per praticare lo speedway. Dismesso in favore dello Stadio Friuli, venne abbattuto nel 1988 e al suo posto ora sorge un parco urbano. Il parco venne intitolato al grande calciatore udinese Alfredo Foni, eppure la cittadinanza continua a chiamare il parco Moretti anche oltre la modifica del nome avvenuta nel 2011.

Birra Moretti Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Birra Moretti Calcio, o semplicemente BMC, è stato un gioco online di calcio i cui giocatori, allenatori e tifosi sono delle persone reali. Il sito venne aperto il 6 giugno 2006.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sostituisce il precedente: Sincerità e tradizione
  2. ^ Birra Moretti: una lunga storia italiana. Da 150 anni il gusto della sincerità.
  3. ^ Birra: Heineken Italia acquista Moretti adnkronos.it
  4. ^ Birra Moretti - Informazioni Societarie, birramoretti.it. URL consultato il 26 giugno 2013.
  5. ^ M. Patucchi, Inciampa il gigante della birra, La Repubblica, 28 maggio 1996
  6. ^ a b Udine, la città di Moretti e Dormisch, ex capitale della birra ilfriuli.it
  7. ^ "Le Regionali", arriva sugli scaffali la nuova gamma della birra Moretti agroalimentarenews.com
  8. ^ La storia del Baffo - Birra Moretti, birramoretti.it. URL consultato il 12 settembre 2015.
  9. ^ Michele Tomaselli - "il Baffone che soffia" - nov - dic 2015; iMagazine., su www.imagazine.it. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  10. ^ Cosí Erika Groth immortalò il mitico Baffone - Tempo Libero - Messaggero Veneto, messaggeroveneto.gelocal.it. URL consultato il 12 settembre 2015.
  11. ^ Achim Johann Weber, Erika Groth-Schmachtenberger (1906 - 1992) : Augenblicke in Schwarzweiß ; Porträtversuch einer großen bayerischen Fotografin anläßlich ihres 100. Geburtstages (PDF), opus.bibliothek.uni-augsburg.de.
  12. ^ Michele Tomaselli - "Il Baffone che soffia"- nov dic 2015; iMagazine, su www.imagazine.it. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  13. ^ Birra Moretti ricetta originale birramoretti.it
  14. ^ Birra Moretti Baffo D'Oro birramoretti.it
  15. ^ Birra Moretti Grand Cru, ratebeer.com. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  16. ^ Pinocchio Grand Cru e la birra coi baffi, intravino.com. URL consultato il 17 gennaio 2014.
  17. ^ Birra Moretti Doppio Malto birramoretti.it
  18. ^ Birra Moretti La Bianca birramoretti.it
  19. ^ Birra Moretti La Rossa birramoretti.it
  20. ^ Birra Moretti Limone birramoretti.it
  21. ^ Birra Moretti chinotto birramoretti.it
  22. ^ Birra Moretti Gazzosa birramoretti.it
  23. ^ Birra Moretti alla Friulana birramoretti.it
  24. ^ Birra Moretti alla Siciliana birramoretti.it
  25. ^ Birra Moretti alla Piemontese birramoretti.it
  26. ^ Birra Moretti alla Toscana birramoretti.it
  27. ^ Birra Moretti alla Pugliese birramoretti.it
  28. ^ Birra Moretti alla Lucana birramoretti.it
  29. ^ Birra Moretti Zero birramoretti.it
  30. ^ Birra Moretti: edizione speciale dedicata ai Mondiali, mixerplanet.com.
  31. ^ Il Baffo d'Oro si concede una momentanea pausa dall'etichetta per lasciare spazio a sei grandi chef italiani, panoramachef.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici