Beretta M17

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Beretta Mod. 17)
Pistola Beretta Brevetto 1915
Tipo pistola semiautomatica
Origine Italia Italia
Impiego
Utilizzatori Regio Esercito, Esercito Finlandese
Conflitti prima guerra mondiale, seconda guerra mondiale
Produzione
Progettista Tullio Marengoni
Date di produzione 1917-1943
Numero prodotto oltre 50.000
Descrizione
Peso 570 g
Lunghezza 150 mm
Lunghezza canna 85 mm a 6 righe destrorse
Calibro 7,65 mm
Tipo munizioni 7,65 × 17 mm Browning
Azionamento singola
Velocità alla volata 280 m/s
Tiro utile utile 30-60m
Alimentazione caricatore da 8 colpi
Organi di mira fisse
voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

La Beretta Modello 1917 è una pistola semiautomatica italiana della prima guerra mondiale e seconda guerra mondiale.


Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'arma fu ideata Tullio Marengoni probabilmente prima della Beretta M15. Essendo pensata per il mercato civile e per eventuali clienti esteri e visto che il 9 × 19 mm Glisenti era un calibro militare impiegato esclusivamente in Italia[1], adottò il calibro 7,65 × 17 mm Browning. Poi, per soddisfare le richieste del Regio Esercito per sostituire le Mod.1910 e la Brixia Mod. 1913 con una nuova pistola automatica nel suo calibro d'ordinanza 9 × 19 mm, ne fu derivata, essenzialmente ingrandendola ed aggiungendo una sicura, la Beretta M15 appunto.

Per l'adozione della Mod.17 bisognerà aspettare quindi appunto il 1917, quando un primo lotto di 10.000 pezzi venne fornito al Regio Esercito ed alla Regia Marina. La produzione bellica terminò nel 1921, quella civile continuò invece ancora a lungo. Negli anni '40 infine un lotto di 1.500 armi venne inviato all'Esercito Finlandese.


Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La pistola è più piccola, più leggera e semplificata[2] rispetto alla Mod.15. L'impugnatura diritta, inclinata di appena 9° rispetto alla canna, ha con guancette rigate verticalmente invece che zigrinate. Il ponticello del grilletto non è ovale ma rotondo. Manca la sicura posteriore sul carrello, mentre è presente quella sul lato sinistro che oltre a fungere da sicura bloccando il grilletto, funziona anche da perno di smontaggio e da leva hold open. Mancano inoltre la molla ammortizzatrice di rinculo e l'espulsore, che viene sostituito nella sua funzione dal percussore. Il caricatore monofilare contiene 8 colpi invece che 7. Per il resto disegno e meccanica sono invariati: il carrello è completamente aperto superioriormente ed anteriormente; infatti il mirino è fresato direttamente sulla canna. La tacca di mira invece è inserita a coda di rondine sul carrello, dietro alla finestra di espulsione, che è superiore. Il funzionamento è a chiusura labile a massa battente.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]