10,35 × 47 mm R

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
10,35 × 47 mm R Vetterli
1870G.jpg
Descrizione
Tipoper fucile
OrigineSvizzera Svizzera
In servizio dal1870
Impiegata daRegio Esercito
ConflittiGuerre coloniali
Brigantaggio
Guerra italo-turca
Prima guerra mondiale
Guerra civile spagnola
Storia
Data progettazione1870
ProduttorePirotecnico di Torino Pirotecnico di Bologna Pirotecnico di Capua
Leon & Beaux
Giulio Fiocchi
Società Metallurgica Italiana
Societé Française des Munitions
Deutsche Waffen und Munitions Fabrike A.G.
Specifiche tecniche
Derivata da10,4 × 42 R Vetterli
Diametro proiettile10,80 mm
Diametro collo10,95 mm
Diametro spalla13,00 mm
Diametro base13,60 mm
Diametro fondello15,85 mm
Spessore fondello1,60 mm
Lunghezza bossolo47,45 mm
Lunghezza cartuccia64,90 mm
Tipo di polverepolvere nera
dal 1890: balistite
www.municion.org
voci di munizioni presenti su Wikipedia

La 10,35 × 47 mm R Vetterli è la cartuccia per il fucile Vetterli-Vitali Mod. 1870/87, arma d'ordinanza delle forze armate del Regno d'Italia dal 1870 fino all'adozione del Carcano Mod. 91.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La cartuccia era la munizione del fucile a otturatore girevole-scorrevole monocolpo svizzero Vetterli Mod. 1870, adottato dal Regio Esercito nel 1870 per sostituire il Carcano Mod. 67 ad ago. Successivamente i Vetterli vennero modificati con l'installazione di un serbatoio fisso ideato dall'ufficiale Giuseppe Vitali, venendo ridenominati Vetterli-Vitali Mod. 1870/87. Il serbatoio veniva caricato con una piastrina-carichino in legno e lamiera, da 4 colpi. L'arma e la sua cartuccia vengono impiegate nelle guerre coloniali di fine secolo e nella guerra di Libia. Sostituito come ordinanza nel 1891 dal Carcano Mod. 91 in calibro 6,5 × 52 mm, durante la prima guerra mondiale, a causa della grande richiesta di armi, venne assegnato alle truppe coloniali. Durante la guerra civile spagnola, curiosamente l'Unione Sovietica inviò come aiuto di guerra alle truppe repubblicane 16.000 obsoleti Vetterli Mod. 1870 monocolpo, rapidamente accantonati per la difficile reperibilità delle munizioni[1].

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

La 10,35 × 47 mm R è una munizione con bossolo metallico in ottone, a percussione centrale. La pallottola di piombo pesa 28,28 grammi, mentre la carica è di 4,01 g di polvere nera; poi, nel 1890, con l'adozione della polvere senza fumo, ebbe la pallottola di piombo rivestita di metallo da 16 g, più resistente, e la carica di 2,40 g di balistite.

Cartuccia a mitraglia Mod. 90[modifica | modifica wikitesto]

È una versione con bossolo in ottone allungato da 47,45 a 63 mm, a carica ridotta, destinata ai servizi di guardia e di ordine pubblico. Il lungo colletto contiene tre cilindretti di piombo impilati, ognuno pre-tagliato in tre parti; sulla sommità dei tre cilindri sporge dal colletto una pallottolina di piombo da 9,6 mm di diametro, per un totale di 10 proiettili.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ruggero Filippo Pettinelli, Armi portatili e munizioni militari Italiane 1870-1998, Gaspari Editore, 2002. ISBN 88-86338-96-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra